Come sbloccare iPhone

Una guida completa su come sbloccare iPhone se il telefono è bloccato o se si è senza codice d’accesso.

Come sbloccare iPhone

Nei modelli più datati di iPhone si possono presentare dei blocchi improvvisi, a causa dell’uso di un’applicazione che richiede un quantitativo di RAM superiore rispetto alle reali possibilità del telefono. Così, chi non sa come sbloccare iPhone, si ritrova in mano un telefono bloccato. In passato, negli smartphone Android, era sufficiente togliere la batteria removibile e reinserirla per risolvere la situazione. Per i dispositivi di Apple, invece, la procedura da seguire è diversa.

Un altro caso limite in cui si ha bisogno di sbloccare iPhone è quando si dimentica il codice di accesso o non lo si possiede. In una situazione simile è utile aver abilitato lo sblocco iPhone tramite impronta digitale, ma risulta anche fondamentale aver eseguito in precedenza la sincronizzazione con iTunes e il backup dei dati contenuti all’interno della memoria interna del cellulare, come ad esempio foto e video, poiché la modalità di recupero che si dovrà attivare andrà a ripristinare il dispositivo alle condizioni di fabbrica.

Di seguito spiegheremo come sbloccare iPhone nel caso il telefono sia bloccato o disabilitato, avendo fallito l’inserimento del codice dopo diversi tentativi. Nella guida illustreremo la procedura da mettere in pratica con tutti i modelli fin qui commercializzati da Apple: iPhone 6S e modelli precedenti, iPhone 7 e iPhone 7S, iPhone 8, iPhone X e modelli successivi.

Come sbloccare iPhone bloccato

Quando si usa un’applicazione “pesante”, che richiede cioè uno sforzo supplementare alla memoria RAM, e nel frattempo si tengono aperte in background altre app utilizzate in precedenza, si può incorrere in un blocco della schermata: qualsiasi pressione esercitata sul display non viene riconosciuta dal sistema, tanto da rendere il telefono inutilizzabile. Da qui nasce l’esigenza di sbloccare un iPhone bloccato.

Se non riusciamo a interagire con l’iPhone, che continua a restituire soltanto una schermata nera o uno schermo bloccato, l’operazione da effettuare su tutti i modelli consiste nel riavvio forzato del dispositivo. A tal riguardo, è importante distinguere i casi in cui l’iPhone è bloccato o disabilitato. Nella seconda circostanza, la colpa è da attribuire soltanto a un inserimento errato del codice di accesso.

Importante: il riavvio forzato di iPhone non implica il reset di fabbrica del telefono e, di conseguenza, la perdita di tutti i dati salvati in precedenza nella memoria interna, come invece avviene durante la modalità di recupero, di cui parleremo più avanti.

Sbloccare iPhone 6S bloccato o modelli precedenti

Per sbloccare iPhone 6S bloccato o modelli precedenti bisogna tenere premuti in contemporanea il tasto Home (pulsante centrale) e il tasto superiore, fino a quando non compare sul display il logo Apple. A quel punto, il telefono segue la classica procedura di riavvio, che prevede la richiesta del codice di accesso e dell’eventuale codice PIN registrato dall’utente.

Se trascorrono più di 10 secondi dopo la pressione dei tasti Home e tasto superiore senza che venga visualizzato il logo Apple, consigliamo di provare con la combinazione alternativa suggerita dallo stesso sito ufficiale dell’azienda statunitense: tasto Home + tasto laterale. Anche in questo caso, la pressione dei tasti deve essere obbligatoriamente simultanea.

Combinazione di tasti per il riavvio forzato su iPhone 6S e modelli precedenti: tasto Home + tasto superiore (o laterale)

Importante: tale procedura è valida sui modelli iPhone 6S, iPhone 6, iPhone SE, iPhone 5S, iPhone 5, iPhone 5C, iPhone 4S, iPhone 4, iPhone 3GS, iPhone 3G, iPhone.

Sbloccare iPhone 7 o iPhone 7S bloccato

La procedura di riavvio forzato per sbloccare iPhone 7 o iPhone 7S da una situazione di blocco può essere abilitata tenendo premuti in contemporanea il tasto laterale e il tasto volume giù fino a quando non compare il logo di Apple. Come abbiamo visto per iPhone 6S e i modelli precedenti, se il riavvio forzato viene eseguito in maniera corretta, iPhone 7 o iPhone 7S subiscono un normale rinvio che va a risolvere il blocco del display o la classica schermata nera.

Anche per i due modelli di iPhone commercializzati a partire dall’ultimo trimestre dell’anno 2016 ripetiamo lo stesso discorso fatto per iPhone 6S e i telefoni precedenti: tale forma di riavvio non causa la perdita dei dati salvati nella memoria interna del dispositivo, non è necessario dunque disporre di un backup dei file.

Sbloccare iPhone 8 bloccato o modelli successivi

A partire da iPhone 8, passando per iPhone X e gli ultimi modelli XS, XR e XS Max, la Apple ha modificato la procedura di riavvio forzato. Per sbloccare un iPhone 8 o un iPhone X bloccato bisogna premere e rilasciare i tasti volume su e volume giù, quindi tenere premuto il tasto laterale fino a quando sul display non compare il logo di Apple.

Anche se la combinazione di tasti è diversa rispetto a quella dei modelli precedenti, rimane identico il concetto di riavvio forzato. Ciò significa che anche su iPhone X, iPhone XS, iPhone XR, iPhone XS Max e iPhone 8 la procedura di riavvio tramite la pressione del tasto laterale dopo il rilascio dei tasti volume su e giù non implica alcuna perdita dei dati, che restano memorizzati sul dispositivo.

In caso di problemi durante il riavvio forzato

Nove volte su dieci il riavvio forzato di iPhone avviene senza problemi, risolvendo il blocco registrato dall’utente pochi minuti prima. Può accadere, però, che durante la procedura il telefono non si accenda o non si avvii. Il primo consiglio che diamo è di collegare il dispositivo alla presa di corrente e di tenerlo in carica per un tempo minimo di 60 minuti, provando poi a ripetere la procedura.

Se il telefono dovesse continuare a non dare segnali di vita, suggeriamo di eseguire un hard reset tramite la modalità di recupero, che in teoria va eseguita soltanto quando l’iPhone viene disabilitato perché ci si è dimenticati il codice di accesso.

Come sbloccare iPhone disabilitato

Dopo vari errori nell’inserimento del codice di sblocco, l’iPhone viene disabilitato. Per poterlo riutilizzare è necessario rimuovere il codice tramite una procedura speciale, nota come modalità di recupero. Come già spiegato nell’introduzione, tale azione comporta la perdita di tutti i dati in memoria, che possono però essere recuperati caricando via iTunes un backup precedente, a patto che sia stato eseguito prima della disabilitazione di iPhone.

Prima di forzare il riavvio ed entrare così nella modalità di recupero occorre avviare iTunes sul computer, quindi collegare iPhone al dispositivo desktop. Una volta eseguito il collegamento, sul computer comparirà la schermata intitolata “Si è verificato un problema con iPhone, per cui occorre aggiornare o ripristinare il dispositivo”, dove si dovrà cliccare sul tasto Ripristina. In automatico, iTunes installerà di nuovo il software riportando il telefono alle condizioni di fabbrica.

L’utente dovrà poi ripetere la configurazione iniziale del dispositivo, la stessa eseguita al momento della prima accensione dopo l’acquisto. Arrivati a questo punto, si potrà infine caricare il backup realizzato in precedenza tramite la sincronizzazione con il programma iTunes.

Importante: la combinazione dei tasti richiesta per entrare nella modalità di recupero è identica rispetto a quella del riavvio forzato. L’unica cosa che cambia è il collegamento con il computer e il programma iTunes, oltre al fatto che l’iPhone non è bloccato ma disabilitato dopo aver sbagliato il codice di accesso più volte.

Di seguito il riepilogo della combinazione dei tasti per entrare nella modalità di recupero.

  • Modalità di recupero in iPhone 6S e modelli precedenti: tasto Home + tasto superiore (o laterale)
  • Modalità di recupero in iPhone 7 e 7S: tasto laterale + volume giù
  • Modalità di recupero in iPohne 8 o modelli successivi: premere e rilasciare volume su e volume giù, tenere premuto il tasto laterale

In caso di problemi durante la modalità di recupero

Qualora si riscontrino problemi durante la modalità di recupero, “l’ultima spiaggia” per sbloccare iPhone è rappresentata dall’assistenza Apple. Consigliamo dapprima di contattare il supporto online, disponibile a questo link.

Occorre seguire il percorso iPhone > Aggiornamento backup e ripristino > Errore durante l’aggiornamento o ripristino in iTunes, selezionare quindi la modalità con cui si intende essere contattati. Nel caso specifico, è disponibile la chiamata telefonica tramite l’opzione Parla con il supporto Apple ora.

Se il problema non viene risolto, suggeriamo di recarsi presso un Apple Store o un rivenditore autorizzato presente nella propria città. Per localizzare il negozio Apple più vicino alla propria abitazione bisogna collegarsi a questo indirizzo, selezionare il riquadro Vendite, digitare quindi il nome della città o della provincia in cui si abita nel campo Indirizzo completo, città o codice postale e cliccare sul pulsante Vai.

Volendo, si può compiere una ricerca più mirata cliccando sul menu a tendina accanto alla voce Tutti i prodotti e selezionando l’opzione iPhone.

Sullo stesso argomento, consigliamo la lettura su come sbloccare iPhone con Siri. Nell’approfondimento troverete, inoltre, altri metodi di sblocco del telefono senza conoscere il codice di accesso, sfruttando alcune falle di sicurezza del sistema operativo iOS.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su iPhone

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.