Ricarica PostePay: come ricaricare? 10 modi veloci e sicuri

Ricarica Postepay: tutti i modi per farlo. Come ricaricare PostePay, la ricarica della carta prepagata di Poste Italiane, costi e istruzioni anche per ricarica PostePay online.

Ricarica PostePay: come ricaricare? 10 modi veloci e sicuri

Ricarica PostePay: quali sono i modi più veloci e sicuri per ricaricare la carta prepagata di Poste Italiane?
Sapere come ricaricare la PostePay è utile a molti, dato che questa è la carta prepagata più diffusa in Italia. Proprio perché in molti la utilizzano, esistono varie soluzioni per fare la ricarica PostePay, anche online, con un costo limitato.

In questa guida illustriamo i 10 modi sicuri per effettuare una ricarica PostePay, i pro e i contro, il costo e tutte le informazioni necessarie su dove e come ricaricare la PostePay.

La ricarica PostePay

La ricarica PostePay serve a chi ha necessità di versare dei soldi sulla propria carta prepagata (o di un altro soggetto) e poter così utilizzarla in modo molto simile ad un Bancomat. Ma per la PostePay - ed è uno dei sui punti di forza più apprezzati - non c’è bisogno di possedere un conto corrente e i costi di apertura sono molto bassi (appena 5€ per la versione Standard).

Inoltre, il costo della ricarica PostePay è assai ridotto, date anche le molteplici possibilità che esistono per ricaricarla.

Spesso si ha bisogno di ricaricare la PostePay per fare degli acquisti online. Infatti, questa carta prepagata riduce i rischi dato che non è collegata ad alcun conto corrente. In caso di truffa o clonazione, al massimo si perdono i soldi presenti sulla carta precedentemente caricati, ma che siamo noi stessi a controllare direttamente. Inoltre, la ricarica PostePay è utile per poter prelevare contanti all’occorrenza presso qualsiasi sportello bancomat in Italia al costo di 1,75€ (1€ se si ritira presso l’ATM delle Poste).

Esiste anche la PostePay Evolution, che però offre anche un codice IBAN e la possibilità di fare e ricevere addebiti direttamente bonifico bancario.

Vediamo ora nel dettaglio come effettuare la ricarica PostePay.

Come ricaricare la Postepay?


È il momento di presentare il nostro elenco dettagliato dei modo con cui effettuare una ricarica della Postepay.
Ecco i 10 modi più utilizzati per farlo:

Ricaricare la Postepay online

È la classica ricarica effettuata direttamente dal sito di Poste Italiane ed è ormai una delle metodologie più diffuse per caricare la PostePay. Occorre registrarsi sul sito di Poste oppure è possibile accedere con il proprio PosteID.
Pro: si può effettuare la ricarica PostePay online velocemente da qualsiasi ovunque ci si trovi, basta avere accesso ad internet.
Contro: funziona solo se si possiede un’altra carta Postepay dalla quale ricaricare o un Conto BancoPosta.
Informazioni utili: si può effettuare tramite il sito postepay.poste.it.

In alternativa, se si vuole effettuare la ricarica PostePay online, è possibile procedere all’operazione tramite PayPal o tramite home banking di Banco BPM o ancora tramite smartphone utilizzando una app a scelta tra app PostePay, app BancoPosta o app PosteMobile. Il funzionamento di queste altre tipologie per ricaricare la prepagata di Poste Italiane è disponibile più avanti in questa guida.

Ricaricare Postepay in Ufficio Postale

L’ufficio postale è senz’altro il luogo dove la maggior parte dei clienti delle Poste si recano per ricaricare la carta.

Pro: si può ricaricare con contanti, con un’altra Postepay, con la carta Postamat Mastro o un’altra carta rilasciata da Poste Italiane. La ricarica costa solo 1€.
Contro: spesso si può trovare fila e bisogna attendere molto per un’operazione che richiederebbe solo un paio di minuti e non si può utilizzare il Bancomat.
Informazioni utili: viene rilasciata una ricevuta che attesta la ricarica.

Ricaricare la Postepay nei Postamat

L’ATM di Poste Italiane (gli sportelli su strada di Poste sparsi sul territorio, ovvero Postamat) è una valida alternativa. Si può effettuare tramite qualsiasi sportello automatico con un’altra carta Postepay, una carta Bancoposta o un classico Bancomat (Visa, Visa Electron, Vpay, MasterCard e Maestro).

Pro: si può ricaricare velocemente saltando la fila dell’ufficio postale.
Contro: a seconda della carta utilizzata ha costi di ricarica superiori (1€/2€/3€).
Informazioni utili: trattandosi di uno sportello automatico, potrebbe essere non funzionante o sottoposto a manutenzione al momento della richiesta.

Ricaricare la Postepay da casa

Si tratta di una classica ricarica a domicilio. Bisogna richiedere la visita di un addetto tramite il portalettere abilitato o il Contact Center di Poste Italiane (chiamando l’803.160).
veloci ed affidabili.
Pro: si può ricaricare in qualsiasi luogo, anche presso l’ufficio.
Contro: bisogna farne richiesta anticipatamente, non è una ricarica immediata come quella che si potrebbe fare online.
Informazioni utili: non si pagano costi aggiuntivi di ricarica ma solo la commissione standard.

Ricaricare la Postepay con l’app Postepay o BancoPosta

È il modo per ricaricare la Postepay del futuro. È necessario scaricare l’app sul telefono o tablet e si può procedere alla ricarica.
Pro: si può ricaricare velocemente in qualsiasi luogo con accesso ad internet, anche fuori casa.
Contro: funziona solo se si possiede un’altra carta Postepay dalla quale ricaricare, con addebito su conto BancoPosta se attivo il servizio BancoPosta Online o tramite conto BancoPostaClick.
Informazioni utili: può essere difficile ricaricare se non si ha praticità con i dispositivi mobili.

Ricaricare la Postepay con l’app PosteMobile

È la ricarica collegata alla SIM PosteMobile.
Pro: se possiedi la SIM PosteMobile puoi ricaricare anche senza accesso ad Internet.
Contro: bisogna necessariamente associare il conto BancoPosta o la carta Postepay alla SIM.
Informazioni utili: si possono ricaricare tutte le carte, la propria o quella di qualcun’altro, anche se i conti sono collegati alla SIM nominativa del soggetto che ricarica.

Ricaricare la Postepay nelle ricevitorie Sisal/Lottomatica/Banca 5

È il modo per ricaricare la PostePay forse più diffuso e consiste nella ricarica presso una ricevitoria Sisal o Lottomatica o esercizio convenzionato con Banca 5 presente nella quasi totalità dei tabaccai e non solo.
L’importo massimo della ricarica PostePay in questo caso è di 997,99 euro ed è effettuabile sia dal titolare della carta che da un altro soggetto fornendo la carta di identità dell’intestatario e il codice fiscale.
Pro: di solito consente di risparmiare tempo, data la fila solitamente piuttosto ridotta nelle ricevitorie rispetto alle attese negli uffici postali.
Contro: il costo della ricarica è di 2€, a volte può non essere possibile ricaricare la carta Postepay se la ricevitoria ha raggiunto il suo limite massimo di ricarica giornaliera.
Informazioni utili: serve il Codice Fiscale del titolare della carta da ricaricare.

Ricaricare la Postepay con Banca ITB

È una modalità di ricarica poco conosciuta, la carta viene caricata tramite tabaccherie convenzionate al servizio con Banca ITB.
Pro: la ricarica può essere effettuata anche in contanti.
Contro: l’importo massimo della ricarica è di €997,99 a giornata.
Informazioni utili: serve il Codice Fiscale del titolare della carta da ricaricare.

Ricaricare la Postepay con conto online Banco BPM

Accedendo al proprio home banking, i titolari di conti correnti di Banco BPM possono ricaricare la Postepay direttamente online.
Pro: si può effettuare la ricarica praticamente da qualsiasi luogo e in modalità pratica, veloce e sicura.
Contro: bisogna essere pratici con l’home banking per poterla effettuare.
Informazioni utili: WeBank rientra tra le banche abilitate.

Ricaricare la Postepay con Paypal

La ricarica viene effettuata tramite il conosciuto circuito Paypal.
Pro: il sistema è particolarmente sicuro.
Contro: bisogna associare la carta al conto Paypal.
Informazioni utili: il denaro non viene trasferito velocemente come con altre modalità.
Per saperne di più leggi la nostra guida su Come ricaricare Postepay con Paypal.

Non rimane che valutare qual è il modo più semplice e conveniente per te e per le tue esigenze e correre a ricaricare la tua PostePay!

Iscriviti alla newsletter Risparmio e Investimenti per ricevere le news su PostePay

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.