Come diventare Youtuber: cosa fare e da dove iniziare

Come diventare Youtuber e fare soldi con la popolare piattaforma streaming video di Google: ecco cosa fare, i consigli e trucchi per aprire un canale di successo su Youtube.

Come diventare Youtuber: cosa fare e da dove iniziare

Come diventare Youtuber e fare successo? In molti se lo saranno chiesti negli ultimi anni davanti all’ascesa di alcune star di YouTube Italia come Willwoosh (Guglielmo Scilla), FaviJ, Yotobi e tanti altri. Una vera e propria professione riconosciuta in tutto il mondo, formata da giovani diventati milionari che guadagnano soldi da YouTube direttamente dalla loro cameretta.

Diventare Youtuber richiede diversi fattori e alcune precise regole da seguire, unite a costanza e impegno: si tratta infatti di una delle professioni più ambite del terzo millennio, accanto alla carriera da influencer su Instagram. Cosa fare e da dove iniziare per aprire un canale YouTube di successo e diventare uno Youtuber affermato?

Non esiste, ovviamente, la ricetta perfetta ma se stai pensando di iniziare a pubblicare video su YouTube ecco una semplice guida con i consigli da seguire per non sbagliare.

Leggi anche Fare soldi con YouTube? Nuove soluzioni che (forse) non conosci

Come diventare Youtuber: aprire un canale YouTube

Aprire un canale su YouTube è molto semplice: per farlo è necessario un account Gmail ed effettuare l’accesso sul sito (operazione spesso richiesta davanti a contenuti video sensibili). Il tuo canale, presente in alto a destra cliccando sul menu a tendina nell’icona dell’immagine profilo, è in realtà già presente al momento del log-in e rappresenta in tutto e per tutto il tuo profilo.

Il canale può essere personalizzato attraverso il bottone apposito, si può inserire una copertina a tema e una foto profilo diversa da quella dell’account Gmail mentre si può scegliere anche di crearne uno nativo che non abbia il nome e il cognome dell’email di Google. Le opzioni sono varie, ma non si diventa Youtuber senza una buona idea e un tema che identifichi il proprio canale a un potenziale gruppo di riferimento.

Diventare Youtuber: scegli un tema

La scelta del tema è di fondamentale importanza per diventare uno Youtuber di successo e, allo stesso tempo, rappresenta anche un grande ostacolo. Rispetto agli inizi oggi YouTube è una piattaforma ricca e piena di contenuti e concorrenza.

Non bisogna scoraggiarsi se i primi video non dovessero raggiungere fin da subito un vasto pubblico: quello che ci vuole è costanza, impegno e dedizione proprio come in un vero lavoro. Tra i temi più gettonati tra gli youtuber ci sono sicuramente i videogame, tema che attira un pubblico variegato, spesso giovane, che ricerca trucchi, guide, soluzioni ma anche streammer da guardare giocare (vedasi in questo senso il caso di Ninja, il giocatore di Fortnite più famoso al mondo).

Per quanto riguarda l’universo femminile spopolano i canali di makeup e di tutorial trucco, ma in generale vanno forte anche i vlog, le recensioni di film e serie TV, i video reaction, gli unboxing (video che mostrano in anteprima lo spacchettamento e l’apertura di prodotti preziosi e non). Insomma, scegliere un tema che identifichi il tuo canale è fondamentale per fidelizzare e intercettare determinati utenti interessati all’argomento da te proposto.

Diventare Youtuber: cosa serve

Trovata l’idea e aperto l’account ora bisogna girare video. Ma cosa serve per creare ottimi video da pubblicare su YouTube?

Dal punto di vista puramente hardware, un’ottima attrezzatura è necessaria per diventare Youtuber di successo. Oggi quasi tutti i telefoni e i televisori, insieme ai PC, sono dotati di ottimi schermi abilitati all’alta definizione e al 4K che, uniti a un’ottima connessione internet, permettono di visualizzare contenuti in streaming video senza problemi.

Essere in possesso di videocamera professionale in grado di produrre filmati almeno in FULL HD (1920x1080) e uno smartphone di ultima generazione (da usare per iniziare magari, o come seconda camera aggiuntiva) in grado oggi di registrare video anche in 4K è sicuramente uno step obbligatorio.

A questi si uniscono una cura per luci e per la fotografia generale: basta sistemare le lampade nel modo giusto, facendo varie prove, o settare le opzioni della vostra camera. In alternativa esistono ottimi set dotati di luci e lampade da studio a un basso prezzo (a partire anche da 50 euro) utili allo scopo in vendita anche su Amazon.

Una volta girato il nostro video non resta che esportarlo e procedere al montaggio.

Diventare Youtuber: programmi per montare video

Un buon montaggio, laddove servisse, è un ingrediente importantissimo per un video di qualità su YouTube.

Per fortuna esistono tanti diversi tecniche, insieme a programmi e applicazioni, per tagliare video ed effettuare un buon montaggio. Il ritmo e i raccordi sono importanti: cercate di non strafare, specie se siete alle prime armi: spesso la soluzione più semplice è anche la migliore. Create armonia e magari realizzate una sigla di apertura e conclusione unica per tutti i vostri video, insieme a una copertina. In questo modo creerete una struttura episodica e unica, in grado di offrire una visione unica ai vostri contenuti.

Tra i programmi migliori per montare video c’è sicuramente Adobe Premere e Final Cut, iMovie (per i meno esperti). Tra le app iOS e Android inShot, KineMaster e Adobe Premiere Clip.

Diventare Youtuber: visualizzazioni e iscritti

Non si diventa Youtuber di successo senza un buon numero di iscritti, più alto è prima si inizia a monetizzare, e un crescente numero di visualizzazioni.

Farlo richiede come sempre costanza e impegno: lo Youtuber è dopo tutto un vero e proprio lavoro. Prepara un calendario e un piano editoriale dei tuoi video, con le date e gli orari precisi in cui pubblicare i vari contenuti da te proposti.

Cerca di differenziarti dalla concorrenza e allo stesso tempo studiala: dare un’occhiata ai canali di maggior successo, e a quelli in ascesa, ti aiuterà farti un’idea delle strategie da adottare per far crescere (e distinguere) il tuo. Cura attentamente la descrizione, il titolo, il link e la community (anche se all’inizio conterà pochi iscritti): rispondi ai commenti sul tuo video e accogli complimenti e critiche come spunto per migliorarti.

Diffondi i tuoi video su YouTube e su tutti i principali social network, creando magari pagine ufficiali apposite e postando sistematicamente nei gruppi più numerosi che potrebbero essere interessati all’argomento da te trattato.

Cerca di collaborare con altri youtuber, specialmente del tuo rango, magari condividendo video e girando insieme episodi speciali: in fondo è anche questo lo spirito con cui è nato YouTube, a oggi lo strumento di condivisione video più famoso al mondo con un numero di iscritti record e sempre maggiore.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su YouTube

Argomenti:

YouTube Gmail Google App

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.