Ninja Fortnite: chi è e quanto guadagna

Ninja, giocatore di Fortnite, è lo streamer più popolare su Twitch. Ecco chi è, quanto guadagna grazie agli eSports e come ha fatto a raggiungere il successo.

Ninja Fortnite: chi è e quanto guadagna

Fortnite è il videogame più caldo del momento e conta ormai più di 125 milioni di giocatori.

Il successo del gioco non si limita solo a incrementare i fondi della casa di produzione, la Epic Games, ma contribuisce a generare denaro anche per gli streamer su Twitch e YouTube. Il più famoso di tutti è un americano di 27 anni che si chiama Richard Tyler Blevins, in arte Ninja.

Per chi non lo segue o non conosce il mondo del gaming live, è arduo riuscire a immaginare la quantità di di follower del videogiocatore o a quanto ammonta il suo guadagno ogni mese. È più facile, infatti, venire a contatto con altre personalità di internet, gli influencer che si occupano di moda ad esempio, ma quello dei gamer rimane un mondo sconosciuto a molti.

Ecco tutto quello che c’è da sapere su Ninja, il campione di Fortnite e streamer più famoso sulla piattaforma Twitch: chi è, quanto guadagna giocando e alcuni dettagli sulla sua vita personale.

Chi è Ninja, Fortnite: biografia e vita privata

Le informazioni dettagliate sulla biografia di Tyler Blevins in arte Ninja le troviamo su Esportspedia, il Wikipedia degli eSports.

Nato il 5 giugno 1991 a Lake Villa, nell’Illinois, oggi vive vicino Chicago con la moglie Jessica Goch, che ha sposato nel 2017 dopo alcuni anni di fidanzamento. La proposta di matrimonio ha suscitato molta attenzione dopo che l’allora 26enne ha pubblicato il video del momento sul suo canale YouTube. Anche la sua dolce metà è una star del web: molto seguita su Twitter, Jessica è nota ai gamer per i suoi live stream di Halo con il nickname JGhosty.

Tyler “Ninja” Blevins ha iniziato a fare live su Justin.tv con il soprannome Ninja nel 2011. Justin.tv era un sito creato qualche anno prima che permetteva agli utenti di registrarsi gratuitamente per usufruire di un servizio di live streaming, poi trasferito sul più famoso Twitch, inizialmente nato come spin off della piattaforma e in seguito acquistato da Amazon per 970 milioni di dollari.
Oltre al semplice streming di sedute di videogiochi, il sito è famoso per trasmettere anche eventi e competizioni eSport.

È proprio da questo settore che proviene Ninja, che ha cominciato a giocare professionalmente ad Halo 3 nel 2009 ed è poi passato a PUGB, PlayerUnknown’s Battlegrounds, vincendo il Gamescom PUGB Invitational (Squad TP).

Il numero di visualizzazioni è iniziato a salire con gli streaming di Fortnite proprio mentre il gioco acquistava popolarità, raggiungendo 500 mila follower in sei mesi.

Ora Ninja è senza dubbio lo streamer più popolare sulla piattaforma, con quasi 10 milioni di seguaci, anche se gli spettatori attivi sono molti di più, e in questo momento il suo è contemporaneamente il canale con il miglior margine di crescita. Ha anche un account YouTube che conta 15 milioni follower.

Quanto guadagna

È difficile stimare il guadagno reale di Ninja, anche in considerazione della sua continua crescita e della sua presenza su piattaforme diverse.
A marzo il giocatore aveva dichiarato alla CNBC che riusciva a ottenere mensilmente 500 mila dollari al mese. Questo avveniva però quattro mesi fa, un tempo davvero lungo per le dinamiche di internet.
I suoi follower erano infatti meno della metà di quelli attuali, 3,7 milioni su Twitch e solo 5 milioni su YouTube, il che significa che il guadagno attuale dello streamer potrebbe aver superato senza problemi la soglia di 1 milione di dollari al mese.

La maggior parte degli introiti arriva dai subscribers di Amazon e Twitch Prime, che pagano 4,99$ al mese per iscriversi al canale. Lo streamer trae beneficio anche da una promozione tra la piattaforma e la Epic Games.

Parlando del suo successo, Ninja ha dichiarato che pensa sia dovuto al fatto che lui offre “un alto livello di gioco che non è possibile ottenere su molti degli altri canali”, visto che il giovane è un professionista del settore. Continua aggiungendo:
“Sono molto goffo. Faccio imitazioni e bravate folli, una combinazione di queste cose – è un ibrido. È davvero divertente da guardare e allo stesso tempo un ambiente molto positivo.”

La beneficenza

Anche dai soldi raccolti per la beneficenza è possibile comprendere il tenore degli introiti di Ninja.
In un recente stream il giocatore ha infatti guadagnato più di 300 mila dollari in qualche ora di gioco, donati poi alla ricerca sul cancro.

Qualche mese prima è riuscito invece a raccogliere in una live di 5 ore più di 50 mila dollari da donare al sostegno dell’Associazione Americana per la Prevenzione del Suicidio.

Un successo economico che continua a crescere e probabilmente aumenterà quando Fortnite arriverà anche su piattaforma Android.

Leggi anche Fortnite 5.10: quando torna online e cosa aspettarsi.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Giochi

Argomenti:

Giochi YouTube Amazon

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.