Chi è il nuovo ministro della Salute del Governo Draghi?

Fiammetta Rubini

12 Febbraio 2021 - 12:36

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Speranza verso la riconferma, ma altri due nomi (di tecnici) in lizza per occupare il dicastero. Oggi Draghi scioglie la riserva: ecco chi potrebbe essere il nuovo ministro della Salute.

Chi è il nuovo ministro della Salute del Governo Draghi?

Inizia a prendere forma il governo Draghi: dopo lo scioglimento della riserva previsto per oggi, verrà resa nota la lista dei ministri che faranno parte della squadra di “Super Mario”.

Occhi puntati sul Ministero della Salute, tra i dicasteri chiave in questo preciso momento storico. Chi sarà il nuovo ministro della Salute del governo Draghi? Roberto Speranza verrà riconfermato? Ecco i nomi dei papabili.

Governo Draghi: chi sarà il nuovo ministro della Salute?

In pole per il ruolo di ministro della Salute del governo Draghi ci sono, al momento, sia tecnici che politici.

Data quasi per certa la riconferma di Roberto Speranza (LeU), che occupa il ruolo dal 2019, anche se negli ultimi giorni sono stati fatti i nomi di noti medici ed esperti di salute pubblica, divenuti volti noti e più popolari dei politici da quando è esplosa la pandemia di Covid-19.

Ed ecco che troviamo in lizza Ilaria Capua: il suo nome è ricorso spesso come successore di Speranza. Romana, classe 1966, laureata in Veterinaria e specializzata in Igiene e Sanità Animale, la Capua è diventata nota per il suo contributo alla lotta all’aviaria. Dalla sua ha un’esperienza in politica, visto che è stata deputata con Scelta civica di Mario Monti per 3 anni, ma nessuna esperienza in sanità pubblica. Oggi vive e lavora in Florida.

Un altro papabile come nuovo ministro della Salute è il prof. Rocco Bellantone, medico e chirurgo endocrino, direttore del Governo Clinico presso la Fondazione Policlinico “A. Gemelli” IRCCS e preside della facoltà di Medicina e Chirurgia e Professore ordinario di Chirurgia Generale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

Diversi virologi si sono detti disponibili in caso di chiamata da parte di Mario Draghi, tranne Massimo Galli, responsabile del reparto di malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, che ha stroncato ogni ipotesi di vederlo a occupare la poltrona di Speranza. “Per carità, non sono adatto”, ha detto.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories