Chi è Mester, in corsa verso la vicepresidenza della Fed?

La 59enne di Baltimora attuale presidente della Fed di Clevalend sarebbe in corsa per la vicepresidenza della Federal Reserve. Ecco chi è Loretta Mester

Chi è Mester, in corsa verso la vicepresidenza della Fed?

Potrebbe essere una donna il nuovo vicepresidente della Fed. La Casa Bianca starebbe infatti valutando la figura di Loretta Mester per ricoprire il secondo incarico più importate nella banca centrale degli Stati Uniti.

Dal 2014 presidente e amministratore delegato della Federeal Resere Bank di Clevaland, Mester è nota per essere un “falco” moderato.

Chi è Loretta Mester

Loretta J. Mester è nata 59 anni fa a Baltimora. In tasca una laurea con lode in Matematica ed Economia alla Columbia University e un dottorato in Economia all’università di Princeton, è arrivata alla presidenza della Fed di Cliveland nel giugno 2014.

Prima di approdare in Ohio, Mester ha trascorso circa 30 anni della sua carriera alla Federal Reserve Bank di Philadelphia dove è entrata nel 1985 come economista, diventando vicepresidente senior e direttore della ricerca nel 2000 e vicepresidente esecutivo e direttore della ricerca nel 2010. Un’esperienza che ha fatto di lei la principale consulente politica dell’istituto bancario.

Autore di diverse pubblicazioni su riveste scientifiche ed economiche, Mester si interessa di

struttura organizzativa ed efficienza produttiva delle istituzioni finanziarie, intermediazione e regolamentazione finanziaria, problemi di agenzia nei mercati del credito, prezzi delle carte di credito, governance della banca centrale e inflazione”.

Un falco moderato

Loretta Mester è nota nell’ambiente per la sua posizione di falco moderato, che rispetto a numerosi suoi colleghi ha una visione diversa rispetto all’andamento dell’inflazione americana: la numero uno della Fed di Clevaland, infatti, ne prevede una ripresa più veloce.

Martedì, parlando alla Chamber of Commerce di Dayton, in Ohio ha espresso ottimismo sull’andamento del mercato finanziario, che negli ultimi giorni ha mostrato un trend oscillante

“Mi aspetto che l’economia passi attraverso questo episodio di turbolenza e non ho modificato il mio outlook”

ha detto Mester, ribadendo la sua posizione in merito al graduale aumento dei tassi d’interesse americani “ad un ritmo simile a quello dell’anno scorso.”

Nel 2017, il Federal Open Market Committee ha alzato i tassi tre volte. L’anno precedente, nelle riunioni di settembre e novembre 2016, Mester votò contro la decisione di lasciare i tassi invariati allo 0,25-0,5% chiedendo che fossero alzati di 25 punti mentre a gennaio di quest’anno il suo voto ha seguito la linea maggioritaria della Fed che ha confermato i tassi all’1,25-15%.

Nel corso del suo intervento a Dayton, Mester ha anche ribadito la necessità di mettere in campo un’azione più sistemica sul fronte della politica monetaria:

“Quando i responsabili politici si sforzano di essere sistematici nelle loro risposte politiche ai cambiamenti delle condizioni economiche che influenzano le prospettive, il pubblico avrà un’idea migliore di come la politica monetaria cambierà con l’evolversi delle condizioni economiche”

le parole della Mester come riportate da Bloomberg.

La vicepresidenza della Fed

Per il momento l’amministrazione Trump non avrebbe ancora sciolto il nodo della vicepresidenza della Fed e non sembra che la decisione, stando al Wall Street Journal, possa essere imminente.

La prestigiosa quanto delicata posizione nel board della banca centrale americana svolge un ruolo di supporto critico per il presidente della Fed, rilevante sia in termini politici che strategici.

Oltre a Mester, secondo indiscrezioni circolate fino ad oggi, in corsa per la vicepresidenza della Fed, ci sarebbero anche John Williams, presidente della Fed di San Francisco; Lawrence Lindsey, ex funzionario della Fed e collaboratore del presidente George W. Bush; Mohamed El-Erian e Richard Clarida, rispettivamente ex ceo e managing director di Pimco.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Federal Reserve

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Ufficio Studi Money.it -

Banche Centrali: il tapering globale va avanti, in maniera più o meno velata. Ecco perché

Banche Centrali: il tapering globale va avanti, in maniera più o meno velata. Ecco perché

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

2 settimane fa

Prezzo oro, previsioni 2018. Fin dove arriverà la quotazione?

Prezzo oro, previsioni 2018. Fin dove arriverà la quotazione?

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

2 settimane fa

Riunione Fed: cosa è cambiato rispetto a giugno?

Riunione Fed: cosa è cambiato rispetto a giugno?

Commenta

Condividi