Chi è Ciro Grillo, il figlio di Beppe indagato per stupro: i video e le chat del mistero

Alessandro Cipolla

14/05/2021

14/05/2021 - 13:23

condividi

Ciro Grillo è l’ultimo figlio di Beppe Grillo, leader del Moviemento 5 Stelle. Il ragazzo risulta indagato per stupro di gruppo ai danni di una modella, con le indagini che si stanno concentrando sulle chat relative ad alcuni video.

Chi è Ciro Grillo, il figlio di Beppe indagato per stupro: i video e le chat del mistero

Ciro Grillo, 20 anni, è uno dei quattro figli di Beppe Grillo, il fondatore del Movimento 5 Stelle. Chi ha memoria degli spettacoli del comico genovese, lo ricorderà spesso citato quando era ancora in tenera età.

Adesso però il ragazzo è cresciuto, finendo su tutte le pagine dei giornali quando è stata diffusa la notizia dell’indagine a suo carico per stupro di gruppo. I fatti sarebbero avvenuti nella villa del padre in Sardegna, a Porto Cervo, dove il ragazzo era in vacanza con altri tre amici.

Accuse queste sempre respinte da Ciro Grillo e anche dalla sua famiglia, con le indagini che al momento si starebbero concentrando soprattutto sulle chat scambiate in merito a dei video che sarebbero stati girati durante la serata incriminata.

Ma chi è Ciro Grillo, il figlio più piccolo di Beppe nato dalla seconda moglie Parvin Tadjik? Fino a poco tempo fa il ragazzo era sempre stato lontano dai riflettori e dal gossip, ma dopo la presunta accusa di violenza sessuale di gruppo le cose potrebbero cambiare radicalmente.

Chi è Ciro Grillo: età e vita privata del figlio del leader del Movimento 5 Stelle

Da diverso tempo si sta sentendo molto parlare di Ciro Grillo. Ma chi è esattamente? Il giovanissimo ultimogenito di Beppe a causa di questa vicenda si è trovato improvvisamente nel mirino della cronaca giornalistica.

Ciro è il quarto e più giovane figlio di Beppe Grillo, fondatore del Movimento 5 Stelle, ha 20 anni appena compiuti ed è il secondo figlio avuto da Parvin Tadjik, sposata in seconde nozze.

Il ragazzo fino ad ora si era sempre tenuto alla larga dalle telecamere. Le uniche immagini disponibili sono quelle postate sul suo profilo Instagram, dove emerge una vita comune a quella di molti altri ragazzi: la passione per lo sport, soprattutto il pugilato, per la buona cucina e per le feste con gli amici. Almeno dalle foto pare non essere impegnato con nessuna ragazza.

Naturalmente l’accusa di stupro ha notevolmente compromesso la privacy del ragazzo che, nonostante la fama di cui gode il padre, ha sempre preferito condurre una vita lontana da microfoni e riflettori.

L’indagine sul presunto stupro

Il suo nome è venuto prepotentemente alla ribalta a causa dell’indagine a suo carico di stupro ai danni di una ragazza italo-norvegese, che sarebbe avvenuto la scorsa estate nella villa di famiglia in Sardegna.

La ragazza ha denunciato il fatto alla Procura di Milano, che sta indagando su Ciro e su altri tre suoi amici che erano con lui in vacanza in Sardegna. Secondo la versione della modella, i ragazzi l’avrebbero abbordata dopo una serata in discoteca a Porto Cervo, e poi l’avrebbero costretta a rapporti sessuali non consenzienti.

Ciro e i suoi amici, invece, sostengono che non c’è stato alcuno stupro e che la ragazza, di appena vent’anni, fosse consenziente.

La Procura ha già disposto il sequestro dei cellulari, focalizzandosi particolarmente sulle chat relative a dei video, e sta conducendo indagini approfondite tra il clamore mediatico per la vicenda.

Le ultime notizie infatti parlano di alcune chat, scambiate da amici di Ciro Grillo, dove si parla di video che sarebbero stati girati durante la notte del presunto stupro.

Nella villa quella sera dormiva la madre di Ciro, Parvin Tadjik, che agli inquirenti ha raccontato di non aver sentito nulla. In difesa del figlio è intervenuto anche Beppe Grillo, con un video pubblicato sui social che ha sucitato molte polemiche.

Al momento le indagini sono ancora in corso, ma il sentore è che a breve ci potrebbero essere delle novità visti gli ultimi elemnti che starebbero uscendo fuori.

Argomenti

# Video

Iscriviti a Money.it