Carta Hype: costi, opinioni, come funziona. È sicura?

Carta Hype è la carta prepagata con IBAN di Banca Sella disponibile dai 12 anni: la guida completa.

Carta Hype: costi, opinioni, come funziona. È sicura?

Carta Hype è la carta prepagata di Banca Sella associata al circuito MasterCard. I suoi punti di forza sono i zero costi per la versione base (Hype Start) e la presenza del codice IBAN. Inoltre, può essere richiesta a partire dall’età di 12 anni.

Spiegheremo nel dettaglio cos’è la carta Hype, quali sono le differenze tra il piano Hype Start e il piano Hype Plus, oltre a come richiederla.

Illustreremo poi i passaggi da seguire per ricaricare la carta Hype sia con bonifico che con un’altra carta di pagamento, rispondendo alla domanda se è possibile eseguire la ricarica anche con PayPal.

Continueremo indicando i costi di Hype, relativi al piano Plus (la versione Start offre invece la possibilità di usare la carta prepagata gratis).

Nella parte finale della guida dedicheremo spazio alle opinioni delle persone che hanno scelto di attivare la carta Hype, rispondendo alle classiche domande: è sicura? Conviene?

Cos’è la carta Hype

Come spiegato nell’introduzione, Hype è una carta prepagata MasterCard con IBAN emessa da Banca Sella.

Esiste in due differenti versioni: Hype Start e Hype Plus. La prima non presenta costi di gestione, la seconda richiede un canone mensile di 1€.

Rispetto alla versione Plus, il piano Start presenta dei limiti. Tra le altre cose, non è ad esempio possibile accreditare lo stipendio e l’importo massimo di ricarica annuale è di gran lunga inferiore. Inoltre, la carta ricaricabile Hype con piano Start non consente la domiciliazione delle utenze.

Di seguito una scheda più approfondita di ciascun piano offerto agli utenti interessati all’acquisto della carta prepagata di Banco Sella.

Hype Start

Il piano Hype Start offre la possibilità di ricevere la carta prepagata MasterCard a zero spese.

Tra le funzioni più importanti si segnalano la possibilità di pagare ovunque con lo smartphone, grazie alla certezza di MasterCard e all’associazione con Apple Pay e Google Pay.

Inoltre, i prelievi sono gratuiti se effettuati presso gli ATM del gruppo Sella. Al contrario, se per il prelievo ci si reca in un sportello bancario di un altro operatore l’eventuale commissione viene visualizzata sul display dell’ATM prima del prelievo.

C’è poi la funzionalità relativa al monitoraggio sia delle spese che dei risparmi. Per i più precisi c’è anche l’opportunità di pianificare sia le uscite che le entrate.

Un ultimo dato importante riguarda l’invio e la ricezione di bonifici: sono senza costi, sia dall’Italia che dall’estero.

Capitolo a parte, infine, per la funzione cashback.

Grazie a una serie di accordi commerciali, gli acquisti online effettuati con la carta Hype consentono di ottenere un rimborso fino al 10%.

Questi soldi possono poi essere reinvestiti per acquistare un altro articolo o prodotto su Internet.

Tutto quello che bisogna fare è aprire l’app, andare sulla sezione Offerte e verificare la presenza di eventuali promozioni legate alla funzionalità cashback di Hype.

Tra le aziende partner si annoverano Amazon, Booking, Volagratis, Groupon, Unieuro, Yoox e Zooplus.

Hype Plus

Carta Hype Plus ha un canone mensile di 1€, quindi in un anno il costo totale è di 12€.

Oltre a conservare tutte le funzioni descritte nella sezione dedicata al piano Start, la Hype Plus supera alcuni limiti della prepagata gratuita per offrire i seguenti vantaggi:

  • Ricarica fino a 50.000€ all’anno (vs 2.500€ della carta Start)
  • Accredito stipendio
  • Domiciliazione utenze
  • Opzione Hype Web (consente di gestire Hype anche da computer)

Una precisazione. In molti si domandano se sia possibile accreditare anche la pensione. La risposta è negativa, come chiarisce l’assistenza ufficiale. Si ricorda che è stato possibile ricevere l’assegno previdenziale fino al 31 dicembre 2018, comunicando in precedenza all’INPS il codice IBAN.

Il cambio di rotta è avvenuto il 1° gennaio 2019. Da questa data nessun cliente in possesso della carta Hype Plus può richiedere la pensione.

Continuano invece a essere erogate altre prestazioni INPS quali l’indennità di disoccupazione (nota come NASpI), i rimborsi 730, bonus asilo nido, bonus bebè, bonus mamma domani, ecc.

Altre differenze tra i piani Hype Start e Plus sono evidenti negli importi di ricarica e prelievo disponibili, su cui ci soffermeremo nel prossimo paragrafo.

Costi carta Hype

La carta Hype, scegliendo il piano Start, è gratis. La Hype Plus invece presenta un canone annuo pari a 12€.

In breve, dunque, i costi sono:

  • Hype Start: gratis
  • Hype Plus: 1€ al mese

La panoramica delle spese legate all’utilizzo della carta prepagata Hype Start è il seguente:

  • Spesa di attivazione: gratis
  • Canone annuo: gratis
  • Imposta di bollo: nessuna
  • Consegna carta: gratis
  • Invio SMS: gratis
  • Blocco carta: gratis
  • Costi di ricarica: gratis (con bonifico o altro Hype) / 2,5€ con contanti
  • Costi invio bonifico SEPA: gratis
  • Costi prelievo: gratis Banco Sella (nel foglio illustrativo viene specificato che gli ATM di altri operatori diversi da Banca Sella potrebbero addebitare una commissione visualizzabile prima del prelievo)
  • Pagamento bollettini postali: 2,15€
  • Costi MAV: gratis
  • Costi RAV: 1€

Questi i principali limiti della carta Hype Start:

  • Numero massimo di carte: 1
  • Importo minimo di ricarica: 0,01€
  • Importo massimo di ricarica giornaliero: 500€ (ricarica con carta) / 300€ (ricarica in contanti)
  • Importo massimo di ricarica in un anno: 2.500€
  • Limite di prelievo giornaliero: 250€
  • Limite di prelievo mensile: 1.000€

Quali sono invece i costi di Hype Plus?

  • Spesa di attivazione: gratis
  • Canone annuo: 12€ (addebito mensile)
  • Imposta di bollo: nessuna
  • Rilascio carta: gratis
  • Costi di ricarica: gratis (bonifico e altro Hype) / 2€ (contanti)
  • Costi invio bonifico SEPA: gratis
  • Prelievo: gratis da ATM gruppo Sella (gli ATM di altri operatori potrebbero addebitare una commissione visualizzabile prima del prelievo)
  • Commissioni pagamenti: 1€ (servizi pagoPA e CBILL)
  • Commissioni bollettini postali: 1,99€
  • Commissioni MAV: gratis
  • Commissioni RAV: 1€

Seguono i limiti di utilizzo della carta Hype Plus:

  • Numero massimo di carte: 1
  • Importo minimo di ricarica: 0,01€
  • Importo massimo di ricarica giornaliero: 500€ (sia con carta che in contanti)
  • Importo massima di ricarica mensile: 20.000€
  • Importo massimo di ricarica annuo: 50.000€
  • Limite di trasferimento in uscito per singolo bonifico: 4.990€
  • Importo massimo disponibile su Hype Plus: 20.000€
  • Limite di prelievo giornaliero: 1.000€
  • Limite di prelievo mensile: 1.000€

A questo link sono disponibili i fogli illustrativi delle due carte prepagate Hype.

Come ricaricare carta Hype

La ricarica della carta Hype può avvenire mediante un’altra Hype, in contanti, tramite bonifico o attraverso una carta prepagata associata al conto.

Dove ricaricare Hype in contanti? Esistono 3 soluzioni: presso i supermercati abilitati (indicati nella mappa disponibile da app all’interno della sezione Ricarica Hype in contanti), qualsiasi filiale Banca Sella e gli esercizi convenzionati Banca 5. Quest’ultima ricarica ha una commissione pari a 3,50€.

Si può fare la ricarica Hype con PostePay? La risposta è affermativa, a patto che non sia aziendale (o business) e abbia il protocollo 3D Secure attivo.

Diversi utenti si chiedono inoltre come è possibile ricaricare la carta prepagata Hype con PayPal. In questo caso, la risposta è negativa.

Sul rapporto carta Hype e PayPal ci sono comunque delle precisazioni da fare. Ecco un breve schema che riassume tutto quello da sapere:

  • Non è possibile ricaricare la carta prepagata Hype trasferendo il saldo disponibile presente su PayPal
  • I possessori di Hype Plus possono associare all’account PayPal le coordinate bancarie del conto Hype. Ciò rende possibile il trasferimento di denaro dal saldo PayPal al conto Hype (ma non alla carta)
  • I possessori di Hype Start possono associare al conto PayPal solo la carta prepagata. In questo modo, quando si utilizza PayPal come metodo di pagamento predefinito i soldi vengono scalati dalla carta Hype

Le carte di pagamento associabili alla carta Hype devono necessariamente appartenere ai circuiti Visa o MasterCard, essere state emesse in Italia, disporre del 3D Secure e non essere né aziendali né business.

Ultimo capitolo per i contatti dell’assistenza clienti.

Una premessa: non esiste un numero verde o a pagamento per parlare con un operatore.

Ciò che assomiglia vagamente a quest’ultima figura è HypeBot, un assistente virtuale attivabile se si sceglie di avviare una chat sul sito ufficiale.

Opinioni Carta Hype

Nella valutazione delle opinioni sulla Carta Hype giocano un ruolo fondamentale i pro e i contro relativi al possesso della carta prepagata MasterCard con IBAN di Banca Sella. Ecco un breve riepilogo.

Pro:

  • Carta prepagata a zero spese. Il piano Start di Carta Hype offre agli utenti la garanzia di una prepagata MasterCard con IBAN a zero spese.
  • Molteplici possibilità per ricaricare. Se si esclude PayPal, Carta Hype vanta numerose modalità di ricarica.
  • Funzione cashback. Una caratteristica che distingue Carta Hype dalle altre prepagate in commercio è la funzione cashback, mediante la quale gli utenti hanno l’opportunità di ottenere un rimborso fino al 10% sugli acquisti effettuati. Tra i partner commerciali che aderiscono all’iniziativa della carta prepagata di Banca Sella ci sono anche colossi come Amazon e Booking.
  • Circuito MasterCard. Carta Hype funziona senza problemi anche all’estero grazie al circuito MasterCard.
  • Trasparenza nei costi del prelievo. Se si preleva in un ATM non convenzionato Banca Sella, prima di eseguire l’operazione sul display compare l’esatto importo della commissione applicata.

Contro:

  • Assistenza clienti tradizionale inesistente. I possessori di Carta Hype non hanno a disposizione né un numero verde né un numero di telefono a pagamento. L’unica forma di assistenza è di tipo virtuale e corrisponde al servizio HypeBot.
  • Accredito stipendio soltanto con il piano Plus. Molti utenti scelgono Carta Hype con la certezza di poter disporre di una prepagata a zero spese grazie al Piano Start. Quest’ultimo però presenta alcuni limiti, tra cui l’impossibilità di ottenere l’accredito dello stipendio.
  • Nessun accredito della pensione. Né il piano Start né quello Plus consentono l’accredito della pensione. Si tratta di un grave handicap, in particolare per i pensionati.

Prima di salutarvi, consigliamo la lettura della guida completa sulla PostePay Evolution. In questo modo avete l’opportunità di confrontare pro e contro della prepagata di Poste con Carta Hype.

Iscriviti alla newsletter Risparmio e Investimenti per ricevere le news su Hype

Money academy

Questo articolo fa parte delle Guide della sezione Money Academy.

Visita la sezione

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.