Bonus collaboratori sportivi, si cambia: nuove indennità con il decreto Sostegni

Teresa Maddonni

22 Marzo 2021 - 12:50

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Un bonus per i collaboratori sportivi è in arrivo con il decreto Sostegni, ma si cambia rispetto alle precedenti disposizioni. Sono previste nuove indennità, ovvero nuovi importi divisi per fasce di compenso.

Bonus collaboratori sportivi, si cambia: nuove indennità con il decreto Sostegni

Bonus collaboratori sportivi, si cambia: in arrivo nuove indennità con il decreto Sostegni, ma con nuovi criteri di attribuzione secondo il testo approvato.

Per i collaboratori sportivi nel limite massimo di 350 milioni di euro per l’anno 2021 è erogata dalla Società Sport e Salute un’indennità che viene definita sulla base di determinati criteri stabiliti dallo stesso decreto Sostegni. Si terrà conto dei compensi del 2019 che definiscono pertanto i nuovi importi del bonus collaboratori sportivi.

Per i lavoratori del mondo dello sport l’ultimo bonus collaboratori sportivi è arrivato con il quarto decreto Ristori. Notizie sul bonus collaboratori sportivi erano giunte già nei giorni scorsi dal presidente e a.d. di Sport e Salute, che da sempre si occupa dei pagamenti, Vito Cozzoli.

Bonus collaboratori sportivi, si cambia: nuovi importi

Cambia il bonus collaboratori sportivi del decreto Sostegni con nuove indennità e nuovi importi. Non più 800 euro dunque, ma un’indennità che va da 1.200 euro a 3.600 euro. Nel dettaglio:

  • ai soggetti che nell’anno di imposta 2019 hanno percepito compensi relativi ad attività sportiva in misura superiore ai 10.000 euro annui spetta la somma di 3.600 euro;
  • ai soggetti che nell’anno di imposta 2019 hanno percepito compensi relativi ad attività sportiva in misura compresa tra 4.000 e 10.000 euro annui spetta la somma di 2.400 euro;
  • ai soggetti che nell’anno di imposta 2019 hanno percepito compensi relativi ad attività sportiva in misura inferiore a 4.000 euro annui spetta la somma di 1.200 euro.

Ai fini dell’erogazione del bonus collaboratori sportivi si considerano cessati a causa dell’emergenza epidemiologica anche tutti i rapporti di collaborazione scaduti entro la data del 30 dicembre 2020 e non rinnovati. La domanda va inoltrata a Sport e Salute attraverso la specifica piattaforma online secondo le tempistiche che verranno poi comunicate.

Bonus collaboratori sportivi: a chi spetta

Per capire a chi spetta il bonus per collaboratori sportivi del decreto Sostegni possiamo guardare al testo approvato e bollinato che ricalca per i requisiti le precedenti disposizioni in materia. Il bonus collaboratori sportivi viene erogato ai lavoratori impiegati con rapporti di collaborazione presso:

  • il Comitato Olimpico Nazionale (CONI);
  • il Comitato Italiano Paralimpico (CIP);
  • le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva riconosciuti dal Comitato Olimpico Nazionale (CONI) e dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP);
  • le società e associazioni sportive dilettantistiche.

I collaboratori sportivi in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid, per ottenere il bonus, dovevano aver cessato, ridotto o sospeso la loro attività lavorativa.

In particolare per ottenere il bonus collaboratori sportivi i lavoratori non dovevano essere percettori:

  • di altro reddito da lavoro autonomo o dipendente;
  • di pensione a esclusione dell’assegno ordinario di invalidità.

Il bonus per collaboratori sportivi non veniva riconosciuto ai lavoratori percettori:

  • del reddito di cittadinanza;
  • del reddito di emergenza;
  • di cassa integrazione o altre indennità.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories