Bonus TV 2019: come funziona, a chi spetta e modulo per la domanda

Guida al bonus TV 2019 per avere lo sconto di 50 euro su un nuovo televisore o decoder. Come fare domanda, modulo, requisiti per richiederlo e lista degli apparecchi convenzionati.

Bonus TV 2019: come funziona, a chi spetta e modulo per la domanda

Il nuovo bonus TV sta per arrivare. A partire da dicembre le famiglie con Isee non superiore a 20mila euro potranno acquistare un nuovo televisore digitale usufruendo di un mini incentivo: uno sconto fino a 50 euro.

Il decreto Mise-Mef sul cambio dei televisori è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, rendendo noti requisiti e modalità per richiedere e utilizzare il bonus, quali sono i prodotti acquistabili, il modulo da compilare per la domanda, e tutte le informazioni utili per chi deve cambiare televisore.

Come già precedentemente annunciato dal ministro per lo Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, il bonus TV agevolerà il pieno passaggio dalla televisione analogica a quella digitale, fenomeno definito in gergo “switch off”. Quest’ultimo infatti prevede che a partire da luglio del 2022, il televisore funzionerà solo con sistema digitale DVB-T2.

Vediamo cos’è e come funziona il bonus TV 2019, chi può richiederlo e quali apparecchi andranno sostituiti.

Bonus TV 2019: quale televisore comprare?

La necessità di cambiare televisore e dotarsi di un nuovo digitale terrestre è dovuta alla decisione della Commissione Europea di liberare la banda attualmente utilizzata dalle TV, al fine di poter far viaggiare su quei canali le nuove telecomunicazioni 5G.

Lo sviluppo della tecnologia telefonica rende indispensabile usare le frequenze della televisione, in quanto reti adatte a penetrare all’interno degli edifici. Per continuare a vedere i canali televisivi dopo questo cambiamento di sistema (“switch off”) sarà necessario utilizzare un dispositivo digitale.

Per permettere lo “switch off” tuttavia non è obbligatorio comprare un nuovo televisore e sostituire il vecchio. Se non si volesse cambiare l’apparecchio ci sono diversi modi per capire se il proprio TV è compatibile con il DVB-T2.

Chi ha comprato un televisore nuovo nel 2017 o nel 2018, possiede già un modello compatibile, dato che dal 1° gennaio 2017 vige l’obbligo per i negozianti di vendere solo TV adeguate alla nuova tecnologia.

Inoltre, per controllare che la tua attuale TV o decoder sia compatibile con il cambio di tecnologia, assicurati che:

1) il televisore sia pronto per il passaggio MPEG-2 a MPEG-4. A tal fine occorre collegarsi ai canali HD del digitale terrestre, ossia dal 501 in avanti. Se si visualizza un messaggio di errore, il televisore non è compatibile con il nuovo sistema;
2) il televisore abbia la codifica HEVC. La voce si trova tra le specifiche tecniche, sotto “Sintonizzatore digitale” dovrebbe essere presente la dicitura DVB-T2 HEVC/H265.

Qualora il tuo televisore non fosse compatibile con i nuovi standard, di seguito trovi i requisiti necessari per usufruire del bonus TV.

Bonus TV 50 euro: come funziona e a chi spetta

L’importo del bonus sarà fino a un massimo di 50 euro, ciò significa che si avrà diritto a uno sconto inferiore se l’apparecchio costerà meno. È possibile utilizzare il bonus TV per comprare TV compatibili con DVB-T2 e codifica HEVC MAIN 10, decoder e apparecchiature per il cavo (anche TivùSat) portando in negozio autocertificazione, documento e codice fiscale. Chi presenterà false dichiarazioni ingannando il negozio si vedrà revocato lo sconto.

Per beneficiare del bonus TV bisognerà:

  • essere residenti nel territorio italiano
  • avere un ISEE inferiore a 20.000 euro

Sarà possibile richiedere il contributo per un solo componente del nucleo familiare, potendo di fatto acquistare solo un televisore o un decoder a famiglia. A tal fine l’attestazione di riferimento è sempre l’ISEE.

Bonus TV 2019: modulo per fare domanda

Il bonus TV sarà erogato e riconosciuto direttamente come sconto praticato dal venditore sul prezzo di vendita della Tv o del decoder.

Per ricevere lo sconto basta presentare al venditore la richiesta di contributo, con la dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, contenente:

  • nucleo familiare
  • fascia ISEE
  • dichiarazione che i componenti dello stesso nucleo non hanno già usufruito del bonus.

Qui di seguito il fac simile della dichiarazione necessaria per usufruire del bonus TV:

Modulo domanda bonus TV 2019

Bonus TV 2019: da quando è attivo?

Il decreto del Bonus TV è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, sotto il nome di n. 270 del 18 novembre 2019. Il che significa che il buono sarà attivo e spendibile a partire dal 30esimo giorno successivo alla pubblicazione del decreto in GU, in questo caso dal 18 dicembre fino al 31 dicembre 2022.

Tuttavia, se si ha intenzione di procedere con l’acquisto del televisore con il bonus, bisogna considerare che lo sconto è attivo fino a esaurimento risorse (in totale 151 milioni di euro), per cui occorre comunque affrettarsi.

Bonus TV 2019: elenco apparecchi acquistabili

L’elenco dei prodotti acquistabili tramite il bonus TV è stato pubblicato online sul sito del Mise. Di seguito la lista completa scaricabile:

Lista televisori e decoder acquistabili con Bonus TV

Il bonus è utilizzabile sia in negozi fisici che online, per cui sarà possibile procedere con l’acquisto del nuovo televisore anche via e-commerce se si tratta di “venditori del commercio elettronico operanti in Italia”.

Continua a leggere per scoprire di più su Bonus TV 2019 per sostituire la televisione non compatibile con il nuovo digitale terrestre.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su TV

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \