Bonus 600 euro aprile e maggio: quando arriva? Oggi primi pagamenti

Teresa Maddonni

21/05/2020

01/09/2021 - 12:36

condividi

Bonus 600 euro aprile e maggio: ma quando arriva? Oggi i primi pagamenti come annunciato da INPS e alcune testimonianze lo confermano.

Bonus 600 euro aprile e maggio: quando arriva? Oggi primi pagamenti

Bonus 600 euro aprile e maggio: quando arriva il pagamento? Il bonus di 600 euro di aprile, che per qualcuno diventa da 1.000 euro nel decreto Rilancio, verrà erogato per ulteriori due mensilità e allargato anche a nuove categorie di beneficiari.

Il testo del nuovo decreto è stato firmato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella solo qualche ora fa ed è approdato finalmente in Gazzetta Ufficiale.

Il ministro dell’Economia Gualtieri aveva annunciato nella giornata di ieri che il bonus 600 euro di aprile sarebbe arrivato nel giro di due o tre giorni per coloro che ne hanno già fatto richiesta a marzo ed effettivamente, stando ad alcune testimonianze, sembra proprio così.

Molti beneficiari stanno già ottenendo il bonus 600 euro di aprile da oggi, in modo automatico, mentre per il mese di maggio forse toccherà ancora attendere.

Il bonus 600 euro, ricordiamolo, è quello che viene erogato a partite IVA, co.co.co. autonomi iscritti alla Gestione speciale Ago, lavoratori dello spettacolo, stagionali, collaboratori sportivi e anche liberi professionisti iscritti agli ordini.

Vediamo quando arriva il bonus 600 euro di aprile e quello di maggio previsti dal dl Rilancio.

Bonus 600 euro aprile: quando arriva?

Il bonus 600 euro aprile quando arriva? Per capire quando sarà erogato il bonus 600 euro del mese di aprile bisogna fare una distinzione tra vecchie e nuove categorie di beneficiari, le prime previste dal Cura Italia.

Il bonus 600 euro del mese di aprile viene pagato in modo automatico a chi ne abbia fatto richiesta per il mese di marzo a seguito dell’entrata in vigore del decreto Cura Italia.

Il bonus 600 euro sta già arrivando in queste ore, stando alle testimonianze sul web e a quanto annunciato ieri da INPS, in automatico ad autonomi, partite IVA, co.co.co., stagionali del turismo e stabilimenti termali, lavoratori dello spettacolo, collaboratori sportivi e liberi professionisti che lo hanno già ricevuto a marzo.

Come ha dichiarato due giorni fa il ministro dell’Economia Gualtieri:

“Ci sarà il pagamento diretto dei 600 euro a tutti i 4 milioni di lavoratori autonomi, di collaboratori che li hanno già avuti e questo pagamento avverrà nell’arco di 2-3 giorni al massimo

Se il pagamento del bonus 600 euro sta raggiungendo già oggi i vecchi beneficiari, quasi sicuramente immaginiamo slitterà a giugno per i nuovi.

Per stagionali non appartenenti al settore turismo, lavoratori intermittenti, autonomi privi di partita IVA e incaricati alle vendite a domicilio il bonus 600 euro di aprile è una novità pertanto sarà necessario inoltrare una domanda motivo per cui, considerando che il dl Rilancio ancora è appena approdato in Gazzetta, tra domande e tempi di erogazione da parte dell’INPS si potrebbe arrivare al mese di giugno. E per il bonus 600 euro che riguarda il mese di maggio?

Bonus 600 euro: il pagamento di maggio

Il pagamento della mensilità di maggio del bonus 600 euro non verrà accreditata prima di giugno. Considerando che per i nuovi beneficiari, come anche per i lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo speciale Lavoratori dello Spettacolo, il decreto Rilancio prevede una doppia mensilità per i mesi di aprile e maggio, l’erogazione dovrebbe anche per la seconda avvenire in automatico una volta inoltrata la domanda.

Per quanto riguarda invece professionisti titolari di partita IVA, autonomi iscritti alla Gestione speciale Ago, co.co.co. e stagionali del turismo, per questi il bonus 600 euro arriva a 1.000 euro nel mese di maggio dimostrando una riduzione del 33% del fatturato nel secondo bimestre 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019.

In questo caso quindi i tempi di erogazione saranno più lunghi quindi la stessa non avverrebbe prima di giugno 2020. Considerando il ritardo del decreto Rilancio e quello a cui INPS ci ha abituati dal momento che in moltissimi attendono ancora la mensilità del bonus 600 euro del mese di marzo, il timore e che si possa arrivare addirittura a luglio.

Per avere tuttavia dettagli maggiori sulle tempistiche bisognerà attendere le prossime settimane ed eventualmente indicazioni dall’INPS.

Iscriviti a Money.it