Emergenza Coronavirus: le misure per famiglie, imprese e banche

Questa sera il Consiglio dei Ministri sarà chiamato a valutare le misure per affrontare l’emergenza Coronavirus. Vediamo cosa è emerso dalle bozze.

Emergenza Coronavirus: le misure per famiglie, imprese e banche

Due gli interventi destinati a famiglie, imprese e banche che dovrebbero far parte del decreto che questa sera passerà al vaglio del Consiglio dei Ministri.

Il primo riguarda una moratoria dei finanziamenti destinato ad incrementare la liquidità di famiglie e imprese. Il cui costo della misura dovrebbe essere compreso, sulla base del tasso di ammortamento, tra 1,35 e 2 miliardi di euro.

Banche: in Decreto Coronavirus misure per ridurre Npl

Le conseguenze negative del Coronavirus sull’economia italiana, che secondo uno studio pubblicato qualche giorno dal Centro Studi Ref dovrebbe avere, nel primo e nel secondo trimestre 2020, un impatto negativo compresso tra 1 e 3 punti percentuali, sono destinate ad impattare in maniera significativa sui bilanci delle banche.

Gli analisti di Mediobanca Securities ritengono che “un tale calo del Pil potrebbe portare a ritardi nei pagamenti e a un maggior flusso di nuovi Npl”. A questo proposito, l’esecutivo sta studiando un provvedimento per ridurre l’esposizione degli istituti di credito italiani ai crediti deteriorati, i famigerati Npl.

In particolare il decreto per contrastare gli effetti del Coronavirus prevede incentivi alla cessione di Npl tramite la conversione delle imposte differite attive (DTA, le imposte anticipate) in pancia alle banche.

Secondo le prime stime, l’impatto di questa manovra dovrebbe costare 850 milioni di euro, che saranno recuperati nei 9 anni successivi.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories