Aumentano i costi degli F-35: il M5S lo sa?

Le previsioni del Pentagono parlano chiaro: il costo degli F-35 è destinato ad aumentare. Come la prenderà il Movimento 5 Stelle?

Aumentano i costi degli F-35: il M5S lo sa?

Prima inutili, poi irrinunciabili. E oggi di certo più costosi. Gli F-35, da sempre nel mirino del Movimento 5 Stelle - salvo arrendersi agli impegni assunti dal precedente governo per il programma di acquisto - potrebbero costare caro.

Sia dal punto di vista letterale del termine, ovvero economico, sia dal punto di vista politico.

È di queste ore, infatti, la notizia che il costo del programma di armamenti della Lockheed Martin sta lievitando e a confermarlo ci sarebbero le previsioni dello stesso Pentagono.

Un duro colpo per il Movimento che dopo essere stato criticato per aver cambiato idea sui caccia F-35, dovrà fare i conti con questo altro imprevisto.

F-35: aumentano i costi

Bloomberg è venuta in possesso dell’ultimo Selected Acquisition Report che il dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha inviato al Congresso americano. Dal documento si evince che il costo degli F-35 è passato da 406,2 miliardi a 428,4 miliardi di dollari.

Un aumento del 5,5% circa pari a poco più di 22 miliardi di dollari, adeguati all’inflazione.

Secondo le stime del Pentagono, inoltre, sarà molto più esoso non solo sviluppare la flotta ma anche mantenerla operativa per oltre 60 anni come previsto dal programma. La cifra in questo casa lieviterebbe di quasi 73 miliardi di dollari portandosi a 1.196 trilioni.

Obiettivo: ridurre i costi

L’aumento dei costi per il programma degli F-35 non sarebbe dovuto a ritardi o a spese non previste, ma rifletterebbe alcuni aggiornamenti del cosiddetto Blocco 4. L’incremento dell’onere economico, comunque, dovrà passare al vaglio di alcune figure istituzionali, come il capo Ufficio acquisizione del Pentagono Ellen Lord e il segretario alla Difesa Pat Shanahan, che stanno cercando di trovare il modo per ridurre i costi di supporto.

Va ricordato, inoltre, che nel bilancio predisposto dal Pentagono per il 2021 sarebbero previsti 64 F-35 e non 81 come precedentemente indicato.

L’aumento del costo degli F-35 e il M5S

Bisognerà capire se l’aumento dei costi degli F-35 avrà conseguenze anche sul dibattito politico nostrano: quello sull’acquisto degli armamenti negli ultimi mesi è stato piuttosto acceso.

Dopo anni di dichiarazioni contro i caccia americani, alla fine dello scorso anno, il Movimento 5 Stelle, ora al governo con la Lega e non più all’opposizione, ha fatto marcia indietro non ritenendoli più così inutili come dichiarato in passato.

Intanto, saranno mantenuti gli impegni di acquisto presi dai governi precedenti, provando a verificare l’opportunità di cercare “nuovi e più ragionevoli livelli di finanziamento” come affermato tempo fa dal ministro alla Difesa, Elisabetta Trenta.

Di “flessibilità di rinegoziazione o di parziale rivisitazione” aveva parlato anche il ministro degli Esteri, Enzo Moavero. Pentagono permettendo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su MoVimento 5 Stelle (M5S)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.