Assegno sociale, cosa accade al compimento dei 70 anni?

Lorenzo Rubini

28 Dicembre 2021 - 19:29

condividi

Per chi percepisce l’assegno sociale il raggiungimento dei 70 anni può rappresentare un evento importante, vediamo perchè.

Assegno sociale, cosa accade al compimento dei 70 anni?

L’assegno sociale viene riconosciuto ai cittadini italiani che raggiungono i 67 anni senza il diritto alla pensione di vecchiaia che versano, al contempo, in uno stato di disagio economico. L’importo dell’assegno sociale, nel 2021, è di 460 euro mensili e viene erogato per 13 mensilità. Nel 2022 l’importo sale, per effetto della perequazione, a circa 468 euro.

Ma l’importo erogato rimane invariato nel tempo o può subire un aumento? Scopriamolo rispondendo alla domanda di una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buonasera, sono una donna di 69 anni che percepisce l’assegno sociale da 460 euro al mese. Sono vedova e non percepisco pensione di reversibilità perchè anche mio marito era titolare di assegno sociale. Mi è stato detto che al compimento dei 70 anni l’assegno sociale aumenta di importo. Potrei sapere a quanto arriva visto che vivere un mese con soli 460 euro non è facile?”.

Assegno sociale a 70 anni

Come abbiamo detto l’assegno sociale viene riconosciuto, a domanda, al cittadino che non raggiunge un diritto alla pensione di vecchiaia e si trova a rispettare i limiti di reddito imposti per averlo che, nel 2021, sono di

  • 5983,64 euro annui per i redditi personali
  • 11967,28 per i redditi coniugali (propri più quelli del coniuge).

Se, oltre al rispetto di questi redditi si riesce ad avere anche un limite ISEE entro i 9360 euro annui, poi, è possibile integrare l’assegno sociale con la pensione di cittadinanza.

Al compimento dei 70 anni, in ogni caso, l’assegno sociale può essere incrementato al milione. A prevederlo la legge 448 del 2001 che prevede un aumento di 191,74 euro ai pensionati over 70 a patto che rispettino ulteriori requisiti reddituali.

Per i pensionati soli il diritto alla maggiorazione intera spetta in presenza di redditi pari a zero ed in forma parziale (ad integrazione, quindi) per redditi che non superino gli 8476,26 euro annui. Per i pensionati coniugati il reddito familiare, proprio nel rispetto del limite sopra indicato sommato a quello del coniuge, non deve superare i 14459,80 euro.

La maggiorazione al milione dell’assegno sociale, in ogni caso, non viene riconosciuta in automatico ma è necessario presentare apposita domanda nella quale il titolare del beneficio dichiara la propria età ed i redditi propri e coniugali.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO