Assegno ordinario di invalidità definitivo: ecco l’unica via di prepensionamento

Lorenzo Rubini

28 Giugno 2021 - 12:51

condividi

Per chi è titolare di assegno ordinario di invalidità il pensionamento anticipato non è possibile, tranne in un caso.

Assegno ordinario di invalidità definitivo: ecco l'unica via di prepensionamento

L’assegno ordinario di invalidità non permette, essendo anch’esso una pensione previdenziale calcolata sui contributi versati, l’accesso alla pensione anticipata. L’unico modo per anticipare la pensione di vecchiaia è con la misura prevista per gli invalidi.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Salve vi scrivo per info.Ho 63 anni e 37 anni di contributi titolare di aio fisso, lavoratore precoce, quando potrò pensionarmi?e inoltre l’aio al raggiungimento dell’età pensionabile lo perderò ho si cumulerà con assegno pensione derivante dagli anni contributivi? grazie”

Pensione con assegno ordinario di invalidità

Il titolare di assegno ordinario di invalidità, tanto più quando il beneficio non è più rivedibile ma è diventato definitivo, non ha possibilità di accedere alla pensione anticipata. L’assegno in questione, infatti, si trasforma in pensione di vecchiaia al raggiungimento dell’età anagrafica richiesta per l’accesso (nel 2021 servono 67 anni).

Nel suo caso, quindi, l’unica possibilità di pensionamento è data dalla pensione di vecchiaia perché con AOI non più rivedibile non le è permesso accedere a nessuna forma di anticipo.

Unica eccezione, ma solo perché non si tratta di un anticipo pensionistico ma di una pensione di vecchiaia a tutti gli effetti, è rappresentata dalla pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi che permette di accedere alla quiescenza, con un minimo di 20 anni di contributi, a 61 anni per gli uomini e a 56 anni per le donne rispettando, però, una finestra di attesa di 12 mesi dal raggiungimento dei requisiti.

Attenzione, però, si tratta di una misura che permette il pensionamento soltanto ai dipendenti del settore privato ed è preclusa, pertanto, sia ai lavoratori autonomi che a quelli del pubblico impiego.

Nel suo caso specifico, però, non essendo più soggetto a scadenza triennale dell’assegno ordinario di invalidità questa è l’unica soluzione per poter accedere alla pensione prima dei 67 anni.

In ogni caso all’accesso alla pensione di vecchiaia, sia che possa farlo subito, sia che debba attendere di compiere i 67 anni, l’assegno ordinario di invalidità non viene più corrisposto poiché si trasforma in pensione di vecchiaia. Le due misure non possono coesistere ma solo una delle due può essere erogata.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti a Money.it