Assegni al nucleo familiare: i redditi del marito vanno inseriti nella domanda?

Lorenzo Rubini

21 Dicembre 2020 - 10:30

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Quando si presenta domanda di assegni al nucleo familiare si devono inserire gli eventuali redditi del marito che non è padre dei figli?

Assegni al nucleo familiare: i redditi del marito vanno inseriti nella domanda?

Per presentare domanda per gli assegni al nucleo familiare bisogna identificare il nucleo familiare ai fini ANF ed inserire, nella domanda, tutti i componenti dello stesso con gli eventuali redditi percepiti. Cosa accade in caso di nuove nozze?

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buonasera,vorrei avere delle informazioni riguardo alla mia situazione in futuro.
Io attualmente sono divorziata e vivo sola con mio figlio di 15 anni e percepisco gli assegni familiari.
L’anno prossimo però mi sposo col mio compagno, il quale vorrebbe comunque tenere la residenza dove è attualmente per motivi di lavoro.
Nel nucleo familiare entrerebbe lo stesso a far parte e calcolerebbero anche il suo reddito oppure no?!
Grazie per l’attenzione e aiuto”

Assegni al nucleo familiare componenti da inserire

Il nucleo familiare ANF è composto:

  • dal richiedente,
  • dal coniuge non effettivamente e legalmente separato anche se non convivente,
  • dai figli minori, i figli maggiorenni se studenti ed appartenenti ad un nucleo familiare numeroso, i figli maggiorenni inabili al lavoro.

Nel nucleo familiare ANF, possono rientrare, in alcuni casi, anche fratelli e sorelle, nipoti e i genitori del richiedente ma solo se in possesso di specifici requisiti reddituali e di carico fiscale.

In linea di principio, quindi, del nucleo familiare fanno parte il richiedente, il coniuge e figli o equiparati. Attenzione, i figli maggiorenni, se non sono inabili o appartenenti ad un nucleo familiare numeroso, non rientrano nel nucleo familiare ai fini ANF.

Lei attualmente vive da sola con suo figlio essendo divorziata e percepisce gli ANF calcolati esclusivamente sul suo reddito.

Se il prossimo anno si sposa, però, suo marito rientra nel nucleo familiare ANF, anche se non avrete la stessa residenza perchè per quel che riguarda il coniuge ai fini della richiesta degli assegni al nucleo familiare, non conta la residenza (anche ai fini ISEE moglie e marito sono attratti nello stesso nucleo familiare anche se non conviventi proprio il virtù del legame che li unisce).

Dopo il matrimonio, quindi, non solo dovrà inserire suo marito all’interno del nucleo familiare ANF ma dovrà indicare nella domanda degli assegni anche i redditi che percepisce che verranno utilizzati, insieme ai suoi, per il calcolo dell’assegno mensile spettante.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories