Apple WWDC 2020 è oggi: tutte le novità in arrivo

Apple WWDC 2020: cosa aspettarsi e quali sono le novità presentate nel corso dell’annuale evento dedicato agli sviluppatori.

Apple WWDC 2020 è oggi: tutte le novità in arrivo

Si tiene oggi 22 giugno solo in streaming la Apple WWDC 2020, l’annuale conferenza dedicata agli sviluppatori che presenta in anteprima le novità della mela, da iOS 14 al primo sguardo ad alcuni dispositivi inediti. Cosa aspettarsi e cosa verrà presentato?

Tante le novità attese dalla WWDC 2020: da iOS 14 che potrebbe cambiare nome in iPhoneOS alle novità per i sistemi operativi di iPad e Apple Watch accanto ai vociferati nuovi Mac. L’emergenza coronavirus ha modificato le modalità di partecipazione della WWDC 2020 ma non la sua data, che resta confermata: seguire l’evento in streaming sarà ancora più facile quest’anno data la scelta obbligata di organizzare l’evento a distanza.

La WWDC 2020, Worldwide Developer Conference, inaugura di conseguenza la sua prima edizione senza un vero e proprio luogo fisico: dopo San Francisco (2018) e San Jose (2019) keynote, lezioni e incontri si sposteranno online e in streaming, permettendo alla comunità di sviluppatori e addetti ai lavori di incontrarsi (seppur virtualmente) e confrontarsi sulle novità attese per la seconda metà dell’anno. Ecco cosa aspettarsi.

WWDC 2020: data e come vederla in streaming

La WWDC 2020 di Apple è fissata per il 22 giugno 2020 alle 19:00. È proprio il primo giorno quello a cui tenere gli occhi puntati, visto l’alto numero di novità che vengono presentate in vista di settembre, in particolare riguardante i sistemi operativi.

La vera novità di quest’anno è il rendere aperta proprio a tutti la conferenza: nessun posto numerato o inviti selezionati, tutti gli sviluppatori saranno in grado di partecipare alla versione web della WWDC 2020 in contemporanea.

Il keynote può essere seguito comodamente da casa attraverso il player streaming dedicato su YouTube.

WWDC 2020: tutte le novità Apple in arrivo

La WWDC 2020 rappresenta la trentunesima edizione per Apple e la prima che non include una sede fisica dedicata. Tra le novità attese oltre a quelle riguardanti i sistemi operativi abbiamo l’ormai scontato passaggio da Intel ad Arm per Mac e MacBook.

L’evento permetterà di avere un primo accesso alle future versioni di iOS, iPadOS, macOS, watchOS, tvOS. Andiamo con ordine.

iOS 14 (o iPhoneOS)

Del nuovo sistema operativo di iPhone vi abbiamo già parlato in questo articolo ma nel corso del WWDC 2020 dovremmo aver modo di vedere una prima versione test, con l’apertura della beta alcuni giorni dopo. Le novità attese sono diverse: dal possibile nuovo nome identificato come iPhoneOS alla nuova schermata Home, che potrebbe mostrare una visualizzazione a elenco inedita in modo da facilitare la consultazione delle stesse, alla app Fitness, per fare esercizio fisico direttamente dall’ecosistema Apple, fino alla Realtà Virtuale e molto altro.

iPad OS 14

iPad Pro guarda sempre più ai computer pur conservando un form factor da tablet che basa tutto sul touchscreen.

Con iPadOS l’iPad si è allontanato sempre di più dal concetto di iPhone gigante e prova ad imitare sempre di più le funzionalità di un portatile base fatto per scrivere, editare foto e video e navigare.

Il nuovo iPadOS 14 dovrebbe supportare ancora meglio mouse e trackpad, puntare sulla realtà aumentata (grazie anche al sensore Lidar installato negli ultimi iPad Pro e destinato ad arrivare anche su iPhone 12), una nuova app per ascoltare i podcast e una nuova visualizzazione per finestre e multitasking tenendo conto di un uso sempre più abbinato a mouse e tastiera.

watchOS 7

WatchOS 7 porterà nuove funzionalità come il controllo parentale e altri dettagli ancora in via di definizione per Apple Watch.

Tra le novità attese la possibilità di condividere il proprio quadrante accanto ad alcune specifiche configurazioni, un nuovo quadrante che include un tachimetro che potrà essere utilizzato per calcolare la velocità in base al nostro tempo di percorrenza, nuovo quadrante a tema internazionale che mostrerà bandiere diverse da diversi Paesi a seconda della propria posizione e molto altro.

Particolare attenzione sulla presenza di un misuratore dell’ossigeno presente nel sangue, in accordo anche con le voci provenienti dai futuri Apple Watch Series 6, che permetterà di rilevare i livelli di ossigenazione trasportati dai globuli rossi (una funzione utile visto anche il boom di queste apparecchiature come misure di sicurezza anti COVID-19).

macOS 10.16

Si attendono poi novità anche per MacOS e altre feature: difficile aspettarsi accessori o elementi hardware nel corso della conferenza, come i vociferati Apple Glass: in questo senso però è possibile attendersi alcune novità sull’applicazione dell’AR da parte di Cupertino, tecnologia su cui Apple sembra stia puntando tutto per i prossimi anni.

Big Sur, questo il possibile nuovo nome ispirato alla California, introdurrà una nuova app Messaggi destinata ad allinearsi alle versioni presenti su iPhone e iPad che permetterà di citare un utente tramite la pratica @ già presente su WhatsApp, Messenger e Telegram.

La tecnologia Catalyst porterà inoltre tante nuove app presenti su iPad sul nuovo macOS permettendo di continuare ancora il dialogo tra i tablet e i computer di casa Apple. Probabile risoluzione di bug e problematiche anche per l’attuale macOS Catalina.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories