Analisi indici: fine del mercato rialzista per Nasdaq 100 con il Rising Wedge in formazione?

L’andamento grafico dell’indice NASDAQ 100 fa pensare ad un imminente inversione dei corsi, analizziamo la struttura tecnica di lungo periodo e valutiamo la possibile operatività

Analisi indici: fine del mercato rialzista per Nasdaq 100 con il Rising Wedge in formazione?

Guardando il time frame settimanale dell’indice NASDAQ 100 si può notare come si sia sviluppata da inizio anno una figura grafica denominata Rising Wedge, dalle implicazioni notoriamente ribassiste. L’indice tecnologico rimane incastrato quindi tra la trendline superiore ascendente che conta i massimi segnati il 13 marzo a quota 7.186 punti con i massimi toccati più recentemente il 25 luglio a quota 7.511,39 punti.


Nasdaq 100, grafico settimanale. Fonte: Bloomberg

Ancora più importante è la trendline supportiva che delimita la parte inferiore del cuneo e che conta i minimi segnati il 4 aprile a 6.326,54 punti con i minimi segnati il 3 maggio a 6.539,86 punti e i minimi più recenti segnati lo scorso 30 luglio a quota 7.158,77 punti.

Proprio con la candela odierna i prezzi hanno nuovamente toccato la trendline supportiva dopo aver aperto la seduta in gap down, data la sua significatività e la confluenza con altri elementi tecnici a supportare una probabile inversione dei prezzi dai livelli attuali, la rottura del suddetto livello dinamico potrebbe portare ad un significativo storno dei corsi o ad una probabile inversione del trend di medio periodo.


Nasdaq 100, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Oltre alla presenza della figura grafica di inversione di lungo periodo come il Rising Wedge, altre indicazioni fornite dalla price action indicano un futuro storno dei prezzi: guardando un grafico di più ampio respiro come quello settimanale è certamente più evidente il cuneo in formazione da fine anno ma anche il fatto che i prezzi con la candela della settimana in corso abbiano completamente inglobato quella precedente formando un pattern Bearish Engulfing, se poi si guarda la candela dell’ultima settimana di luglio (una Pin Bar ribassista) con quella più recente della settimana scorsa, la price action del NASDAQ 100 ha quasi formato un doppio minimo sui top assoluti per soli 13 punti di differenza.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie Operative sull’indice Nasdaq 100

Il trend in atto è, per il momento, ancora rialzista anche se non si sono aggiornati nuovi massimi assoluti, tuttavia estrema attenzione dovrà essere prestata alla trendline supportiva precedentemente menzionata che attiverebbe un segnale di vendita di lungo termine essendo la parte inferiore che forma la figura Rising Wedge.

Alla luce dell’analisi tecnica di breve e lungo periodo, si mantiene sempre una view rialzista sull’indice statunitense ma con la consapevolezza che uno storno di significativa entità potrebbe essere dietro l’angolo.

L’operatore potrebbe implementare due tipi di strategia: una long alla rottura del livello di chiusura della sessione precedente a 7.374,29 punti con stop loss fissato a 7.310 punti. Primo obiettivo il livello statico a 7.511,39 punti, come obiettivo finale invece la trendline ascendente che delimitava la parte superiore del Rising Wedge ora transitante a 7.575 punti.

Un’operatività di tipo short invece potrebbe essere adottata nel caso si verificasse una rottura e una chiusura decisa al di sotto del livello dinamico supportivo precedentemente menzionato a 7.310 punti con stop loss fissato a 7.374 punti: in questo caso si potrebbero rivedere le quotazioni verso i minimi di swing: il più vicino a 7.158,77 punti il successivo in area 6.950 punti, dopo questi livelli rimane molto spazio per la discesa potenzialmente arrivando a toccare anche i minimi segnati ad aprile e il minimo di febbraio a 6.164,42 punti, minimo assoluto dell’anno.


Elaborazione ufficio studi Money.it

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.