Oro ai massimi da sei mesi, come operare sul metallo prezioso

I corsi del metallo giallo rimbalzano a ridosso di un importante livello resistenziale di medio periodo, a seguito del primo attacco provato nella seduta di ieri. La recente perdita di momentum favorirebbe l’implementazione di strategie di natura ribassista, anche se solo di breve termine

Oro ai massimi da sei mesi, come operare sul metallo prezioso

Crescono le pressioni rialziste dell’oro. Le quotazioni del metallo prezioso al momento si attestano in prossimità di area 1.234 dollari l’oncia, massimi di periodo.

L’attuale impostazione tecnica dell’oro vede i corsi mettere nuovamente sotto pressione le resistenze statiche lasciate in eredità dalla serie di top registrati a cavallo tra il 23 ottobre e il 7 novembre.

Il quadro tecnico di medio periodo rimane positivo dai minimi segnati nel mese di agosto a 1.160 dollari l’oncia, rafforzato inoltre dalla violazione della trendline discendente che collega i massimi decrescenti che si sono formati tra il mese di settembre e ottobre.

A seguito di questa prima violazione avvenuta con la candela dell’11 ottobre, la struttura rialzista è stata ulteriormente confermata con il successivo pullback verso il livello supportivo di medio periodo visibile collegando il minimi di agosto e i minimi segnati successivamente durante la prima decade di ottobre in area 1.200 dollari.


XAU/USD, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Dato il recente momentum rialzista del metallo prezioso una chiusura al di sopra dell’area resistenziale precedentemente menzionata a 1.240 dollari favorirebbe l’implementazione di nuove strategie long con obiettivi più ambiziosi.

In particolare un target finale potrebbe essere identificabile tramite l’estensione del recente movimento impulsivo partito dai minimi registrati lo scorso 13 novembre a 1.196 dollari l’oncia ed ultimatosi con il top segnato ieri a 1.242 dollari l’oncia.

Proiettando questa distanza dai recenti massimi si otterrebbe quindi un target finale in prossimità dei 1.290 dollari l’oncia, mentre un obiettivo intermedio potrebbe essere collocato a 1.266 dollari l’oncia prossima resistenza statica lasciata in eredità dal massimo registrato lo scorso 7 luglio.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Oro


Elaborazione Ufficio studi di Money.it

Alla luce della struttura tecnica di medio periodo si potrebbero implementare strategie long con una rottura dei recenti massimi a 1.242 dollari l’oncia con stop loss posizionato a 1.230 dollari l’oncia, livello statico di breve che conta i massimi registrati durante l’ultima decade di novembre. Un primo obiettivo potrebbe essere posto sul prossimo livello resistenziale statico a 1.266 dollari l’oncia, mentre un obiettivo finale tramite la proiezione dell’ultimo impulso rialzista partito dai recenti minimi in area 1.200 dollari l’oncia come precedentemente menzionato a 1.290 dollari l’oncia.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.