Analisi azioni Technogym, dai fondamentali ai livelli da monitorare

Da tempo apprezzate dagli investitori, le azioni Technogym sono in recupero dopo la penalizzazione data dal Covid. Quali prospettive secondo l’analisi tecnica e fondamentale?

I dati intraday e in tempo reale del Grafico TGYM sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

Leader nelle attrezzature da palestra e soluzioni per il fitness, Technogym è un’azienda italiana con sede a Cesena, quotata dal 3 maggio 2016 e appartenente all’indice FTSE Italia Mid Cap.

La più piccola tra le analizzate italiane con 1,7 miliardi di capitalizzazione di mercato ma non per questo meno interessante, chiude il 2019 con quasi 669 milioni di fatturato e un utile di circa 83 milioni. Conta circa 55.000 installazioni nel mondo, in 35.000 centri benessere e 20.000 abitazioni private.
L’azienda impiega 2000 collaboratori in 14 filiali in Europa, Stati Uniti, Asia, Medio Oriente, Australia e Sud America ed esporta il 90% del fatturato in 100 paesi.

Technogym è stato fornitore esclusivo e ufficiale per i centri di allenamento degli atleti nelle ultime 6 edizioni dei Giochi Olimpici: dai Giochi Olimpici di Sydney alle Olimpiadi di Rio 2016.

La quotazione di Technogym (TGYM) come visibile dalla tabella sottostante si è resa protagonista nell’ultimo mese di un rimbalzo molto consistente dai minimi dopo aver pagato notevolmente pegno sul ribasso dei primi 3 mesi dell’anno dovuti alla pandemia, dove è arrivato a perdere circa il 50% del valore pre-Covid-19.

Il titolo è sempre stato particolarmente apprezzato dagli investitori, che hanno spinto le quotazioni da un valore di circa 4 euro ai 12 euro di Gennaio.
La riga dei 5 anni non è presente essendo il titolo quotato da meno tempo.

Analisi fondamentale azioni Technogym


Come visibile dall’andamento del fatturato e degli utili, anche in questo caso il grafico racconta perfettamente la storia del titolo, una crescita costante di entrambi è sintomo di un buon lavoro da parte della azienda, e ovviamente noi vogliamo essere soci di un titolo come questo, rispetto a un titolo analizzato come Telecom Italia.

Il cedimento del primo trimestre 2020 è da attribuire come già detto al Covid-19, sarà da vedere l’impatto che avrà sul mercato specifico di Technogym da qui anche ai prossimi anni.


Le stime sono per un’ulteriore perdita di fatturato e utile anche per l’ultimo trimestre dell’anno, per poi ripartire con inizio 2021 per tornare ai livelli pre-Covid-19 non prima nel 2023 per poter proseguire la sua crescita.

La situazione di indebitamento della società è ottima, è assolutamente sostenibile ed equilibrata a livello finanziario, con una riduzione costante del debito, un aumento dell’equity e una liquidità in cassa di più di 120 milioni.

Technogym e Ftse Mib a confronto

Linea rossa per un ETF che replica l’indice FTSE ITA MID e SMALL CAP, e linea blu per Technogym, come visibile il titolo è riuscito a sovraperformare il mercato nell’ultimo anno, anche se ha indubbiamente risentito molto dell’effetto Covid-19.

Analisi tecnica azioni Technogym

Situazione tecnica sicuramente interessante da parte del titolo Technogym, che dopo il ribasso partito a marzo a causa del Covid-19, dopo aver trovato supporto in area 5,70 il titolo ha cominciato un lungo periodo di lateralizzazione che prosegue fino ad ora, nelle ultime settimane in particolare da quel minimo è partita una gamba rialzista interessante.
Ritorno della positività al di sopra dell’area della resistenza 1.
Sul grafico gli altri livelli tecnici da tenere in considerazione.

RESISTENZA 3 12,17
RESISTENZA 2 10,97
RESISTENZA 1 8,74
Prezzo al momento dell’analisi 8,315
SUPPORTO 1 7,82
SUPPORTO 2 7
SUPPORTO 3 5,70

Valutazione Io Investo
(Range di valutazione da 1 stella a 5 stelle)

ANALISI FONDAMENTALE ⭐⭐⭐
ANALISI TECNICA ⭐⭐

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories