Secondo indiscrezioni provenienti dalla Francia pare proprio che Carlos Tavares futuro CEO di Stellantis voglia puntare su Alfa Romeo. Questo significa che nei prossimi anni la gamma della casa automobilistica del Biscione sarà arricchita con numerosi nuovi modelli.

Tanti lanci per Alfa Romeo nei prossimi anni grazie a Stellantis

Questo avverrà sfruttando le piattaforme e i motori che PSA metterà a disposizione del marchio italiano che attualmente fa parte di Fiat Chrysler Automobiles. Inoltre pare che Stellantis voglia velocizzare i tempi di lancio dei nuovi modelli invertendo la rotta rispetto alla vecchia gestione di Alfa Romeo che faceva passare svariati anni dalla presentazione di un veicolo al suo lancio effettivo sul mercato.

Il Biscione sfrutterà le piattaforme e i motori di Peugeot

Dunque dopo che nel 2021 debutterà Alfa Romeo Tonale, il 2022 dovrebbe essere l’anno di Alfa Romeo Brennero, il B-SUV sarà il primo dei 3 nuovi modelli che saranno prodotti in Polonia a Tychy da Fiat Chrysler che investirà oltre 2 miliardi di euro.

Previsto il ritorno di Giulietta e l’arrivo di un’ammiraglia e un grande SUV

Già nel 2023 dovrebbe toccare ad una nuova Alfa Romeo Giulietta che utilizzerà la piattaforma VMP di PSA e avrà anche una versione completamente elettrica. Probabile a questo punto l’arrivo di un’ammiraglia che potrebbe avere molto in comune con la futura Peugeot 508 e che potrebbe avere molto mercato in USA e Cina.

Quasi sicuro anche un grande SUV che potrebbe usare una versione allungata della piattaforma modulare Giorgio la stessa che troveremo nella nuova generazione di Jeep Grand Cherokee.

Infine non dovrebbe mancare nemmeno l’auto sportiva che invece arriverà in collaborazione con Maserati su base della MC20. Insomma pare che Stellantis abbia intenzione di usare la stessa strategia del gruppo Volkswagen utilizzando la stessa piattaforma per diversi marchi creando vetture gemelle.