Agenda macro 8 marzo: NFP animeranno i mercati

L’agenda macro di oggi sarà particolarmente fitta di appuntamenti. Il focus degli operatori sarà sui non-farm payrolls, uno dei dati più importanti del mese

Agenda macro 8 marzo: NFP animeranno i mercati

Come si vede dal nostro calendario economico, la giornata sarà particolarmente fitta di appuntamenti, sia per quanto riguarda il Vecchio continente, sia relativamente agli Usa.

Le rilevazioni partiranno con gli ordini di fabbrica tedeschi di gennaio. Gli analisti censiti da Bloomberg si attendono una lettura mensile in progresso allo 0,5% contro il -1,6%. Indicazioni positive anche per quanto riguarda la rilevazione annuale WDA, stimata al -3,2% contro il -7% di dicembre.

Alle 8:45 focus sulla produzione industriale francese di febbraio. Gli esperti prevedono una contrazione delle rilevazioni su base mensile, che dovrebbe segnare un avanzamento dello 0,1% contro il +0,8% di dicembre. Più positive le stime sul dato annuale, atteso allo 0,5% sul -1,4% di dicembre.

Le attenzioni si sposteranno poi in Italia: alle 10:00 verranno infatti rese note le letture sulla produzione industriale di gennaio. Le stime degli analisti sono per un dato mensile in miglioramento allo 0,2% contro il -0,8% di dicembre.

Aspettative positive anche sulla rilevazione annuale WDA: l’indicatore dovrebbe infatti segnare un progresso al -3% contro il -5,5% dello scorso dicembre.


Produzione industriale (WDA) a/a dell’Italia. Fonte: Bloomberg

Il 2018 è stato un anno nero per questo indicatore, che dopo un’accelerazione negativa iniziata a settembre scorso si è portato sui minimi da marzo 2013, deludendo in più occasioni le stime degli esperti.

Usa: mercato del lavoro catalizzerà le attenzioni

Dalle 14:30 gli occhi saranno puntati sugli Usa, in particolare su uno dei dati economici più importanti, i Non Farm Payrolls. Per febbraio, gli analisti si attendono una misurazione a 180 mila unità, in calo rispetto alle 304 mila unità del primo mese dell’anno.

Attenzione anche alla disoccupazione statunitense, che secondo gli analisti censiti da Bloomberg dovrebbe registrare un calo al 3,9% contro il 4% registrato a gennaio.

Il salario medio orario su base mensile dovrebbe guadagnare terreno fino allo 0,3%. Su base annua la lettura è stimata in ulteriore progresso al 3,3% sul 3,2% di gennaio.

A dispetto dei segnali di rallentamento a livello globale, il mercato del lavoro statunitense rimane in buona salute.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Punto macro

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.