USD - Salario orario medio

Il salario orario medio negli USA è un dato molto importante per capire l’andamento del mercato del lavoro. L’Average Hourly Earnings misura le variazioni di stipendio orario che vengono effettuate dalle principali aziende del territorio americano.
I dati di queste analisi vengono spesso emanati insieme a quelli del Non farm payroll (che misurano gli impiegati, facendo esclusione di operai e statali).

Quando il dato sul salario medio orario diminuisce di conseguenza a diminuire è anche la forza di acquisto che hanno i lavoratori e quindi la questione incide direttamente sull’andamento del Dollaro americano.
Il dato sul salario medio percepito per ogni ora di lavoro restituisce un’idea su qua è lo stipendio della persona a fine mese.

L’impatto di questo market mover è ovviamente molto forte, dal momento che influisce direttamente sul potere di acquisto dei lavoratori e di conseguenza è molto interessante per i mercati.

USD - Salario orario medio, ultimi articoli su Money.it

Stati Uniti: NFP e salari medi orari deludono le attese

Pubblicato il 7 giugno 2019 alle 14:34

Il mercato del lavoro a stelle e strisce è di nuovo sotto i riflettori, vediamo come sono andati i Non Farm Payrolls, il tasso di disoccupazione e il salario orario medio durante il mese di maggio 2019

Non-Farm Payrolls battono le attese ad aprile, disoccupazione ai minimi dal 1969

Pubblicato il 3 maggio 2019 alle 15:35

Come ogni primo venerdì del mese, l’US Bureau of Labor Statistics ha rilasciato il dato relativo ai nuovi posti di lavoro nei settori non agricoli statunitensi. La lettura emersa oggi si è rivelata molto al di sopra delle attese. La Fed modificherà l’attuale politica monetaria? Ne abbiamo parlato con Vincenzo Longo, Market Strategist per IG e Carlo Alberto De Casa, Capo Analista per ActivTrades

Forex: arrivano i Nonfarm Usa, quali livelli da seguire sull’euro-dollaro?

Pubblicato il 3 maggio 2019 alle 10:10

L’impulso rialzista che il 1° maggio scorso ha portato le quotazioni del cambio Eur/Usd sui massimi dal 23 aprile è stato ricoperto per più della metà della sua estensione. L’analisi tecnica sull’Eurodollaro segnala un indebolimento della spinta rialzista del trend di brevissimo

|