Forex: arrivano i Nonfarm Usa, quali livelli da seguire sull’euro-dollaro?

L’impulso rialzista che il 1° maggio scorso ha portato le quotazioni del cambio Eur/Usd sui massimi dal 23 aprile è stato ricoperto per più della metà della sua estensione. L’analisi tecnica sull’Eurodollaro segnala un indebolimento della spinta rialzista del trend di brevissimo

I dati intraday e in tempo reale del Grafico EUR/USD sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

In attesa dei dati sul mercato del lavoro Usa di questo pomeriggio l’Eurodollaro si muove al ribasso per la terza seduta consecutiva.

Al momento della scrittura le quotazioni Eur/Usd scambiano poco sopra i minimi di seduta fra 1,115 e 1,116 dollari in corrispondenza dei minimi settimanali di lunedì 29 aprile. L’impulso rialzista che il 1° maggio scorso ha portato il cambio sui massimi dal 23 aprile è stato ricoperto per più della metà della sua estensione, segnalando un indebolimento della spinta rialzista del trend di brevissimo.

I dati Non Farm Payrolls (Nfp) di aprile in uscita questo pomeriggio alle 14:30 (per approfondire consulta il nostro calendario economico) potrebbero riportare volatilità sul cambio. Le attese degli analisti sono miste e non prevedono sostanziosi cambi di marcia rispetto alle rilevazioni del mese precedente. Vediamole.

NFP osservati speciali dal cambio Eurodollaro

Per aprile, gli analisti si attendono una contrazione del dato Nfp a 190 mila unità sulle 196 mila di marzo. Attese stabili per la disoccupazione di aprile, attesa sui livelli molto bassi del 3,8%. Le stime degli esperti sono invece ottimistiche sulle misurazioni relative al salario orario medio, che dovrebbe segnalare un aumento al 0,3% dal precedente 0,1% su base mensile, e al 3,3% sul 3,2% precedente su base annuale.

In sintesi le attese per i dati sul mercato del lavoro Usa in aprile sono queste:

  • NFP: 190 mila unità
  • Disoccupazione: 3,8%
  • Salario orario medio: +0,3% m/m e +3,3% a/a

Analisi tecnica su Eur/Usd


Analisi tecnica cambio Eur/Usd. Fonte: Bloomberg

Nella precedente analisi tecnica sul cambio Eur/Usd avevamo segnalato che le forti resistenze posizionate fra 1,12 e 1,1260 avrebbero ostacolato l’ascesa dei tori.

In effetti l’approdo presso queste zone si è rivelato un ottimo spunto per l’apertura di nuove posizioni short sul cambio. Vista anche la vicinanza con la media mobile semplice a 50 periodi (SMA 50), la conferma di un cambio di sentiment sul brevissimo periodo è arrivata anche dal punto di vista grafico con il pattern shooting star disegnato con la seduta del 1° maggio.

Adesso i corsi si trovano in una zona relativamente neutrale. Per strategie trend following orientate al lungo periodo un ingresso su questi livelli non appare tardivo, anche se cogliere un nuovo guizzo verso 1,12 permetterebbe di migliorare il prezzo di carico.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Euro-Dollaro (EURUSD)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.