Agenda macro 26 marzo: fiducia dei consumatori in primo piano

Oggi il focus degli operatori sarà sui dati della fiducia manifatturiera in Germania e Francia. In Usa invece verrà rilasciata la misurazione sul sentiment dei consumatori. In Italia, il Tesoro collocherà massimi 3 miliardi di euro in CTZ a 2 anni e BTP€i a 10 anni

Agenda macro 26 marzo: fiducia dei consumatori in primo piano

Come si vede dal nostro calendario economico, l’agenda macro di oggi vedrà gli operatori concentrati sulle rilevazioni di Germania, Francia e Usa.

Nel dettaglio, le rilevazioni partiranno alle 8:00 con la fiducia dei consumatori tedeschi elaborata da GfK per il mese di aprile. Secondo quanto stimano gli esperti censiti da Bloomberg, il dato dovrebbe essere in linea con il precedente, a 103 punti.

Nessuna variazione attesa nemmeno per la fiducia manifatturiera francese di marzo, che dovrebbe attestarsi anch’essa a 103 punti.

In Francia però, la lettura più importante sarà quella sul Pil del quarto trimestre 2018 (finale). Secondo gli analisti, questa misurazione non si dovrebbe discostare da quanto emerso in sede di rilevazione preliminare, con il dato trimestrale atteso allo 0,3%, mentre quello annualizzato allo 0,9%.

In Italia, si terrà l’asta dell’undicesima tranche dei CTZ a 24 mesi, scadenza al 27 novembre 2020 per massimi 2 miliardi di euro. Oltre a questo, verranno collocati anche 1 miliardo di euro di BTP€i a 10 anni con scadenza al 15 maggio 2028.

Usa: attenzione alla fiducia dei consumatori elaborata dalla Conference Board

Il focus passerà poi Oltreoceano. Alle 15:00 verranno rese note le misurazioni sulla fiducia dei consumatori elaborata dalla Conference Board. Gli analisti stimano un avanzamento del dato a 132,5 punti, in miglioramento rispetto alla rilevazione di febbraio, in cui l’indice si è assestato a 131,4 punti.


Andamento della fiducia dei consumatori elaborata dalla Conference Board. Fonte: Bloomberg

Da ottobre 2018, la lettura ha iniziato un percorso discendente che lo ha portato dai massimi a 137,90 punti ai livelli più bassi dal settembre 2017. Il 2019 si sta invece rilevando positivo per questo indicatore, che segnala un progressivo ritorno di un sentiment positivo tra i consumatori statunitensi.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Punto macro

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.