Agenda macro 18 gennaio: fiducia dei consumatori in Usa osservata speciale

Giornata scarna di dati macro importanti. La mattina le attenzioni degli operatori saranno indirizzate alle vendite al dettaglio del Regno Unito. Negli Stati Uniti focus sull’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan e sulla produzione industriale

Agenda macro 18 gennaio: fiducia dei consumatori in Usa osservata speciale

Come si vede dal nostro calendario economico, saranno pochi i dati significativi per oggi.

La mattina inizierà con le rilevazioni sulle vendite al dettaglio del Regno Unito: le attese degli analisti censiti da Bloomberg sull’indicatore economico annuale sono per un dato in linea con il precedente di novembre, al +3,6%. Nessuna variazione prevista nemmeno sulla medesima lettura escludendo il carburante in cui la rilevazione è attesa uguale alla precedente di novembre 2018, al +3,8.

Non si può dire lo stesso del dato su base mensile: includendo il carburante auto gli esperti di Bloomberg si attendono un indicatore in contrazione a -0,8% rispetto all’1,4% di novembre. Uguali e pari al -0,8% le previsioni sulle vendite al dettaglio con il carburante auto escluso, rispetto ad un precedente +1,4. Tale diminuzione è decisamente forte e fornisce un suggerimento su quanto il caos della Brexit stia riducendo le spese dei consumatori.

Usa: produzione industriale e fiducia dei consumatori visti in contrazione, ulteriore segnale di rallentamento?

Il focus si sposta Oltreoceano, dove alle 15:15 verranno pubblicate le rilevazioni sulla produzione industriale statunitense relativa al mese di dicembre 2018. La misurazione in essere è attesa in diminuzione allo 0,2% contro lo 0,6% del mese precedente.

Particolare attenzione anche alle 16:00, quando verrà reso noto l’indice di fiducia dei consumatori di gennaio (preliminare) elaborato dall’Università del Michigan. Le attese degli analisti di Bloomberg sono per calo a 96,8 punti, contro la precedente rilevazione di dicembre a 98,3 punti.


Fiducia dei consumatori elaborata dall’Università del Michigan. Fonte: Bloomberg

Questa indicazione è particolarmente importante per l’economia Usa, in quanto una fiducia in contrazione determina ragionevolmente un calo della domanda e dei consumi, che negli Stati Uniti pesano per circa il 70% dell’attività economica.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Punto macro

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.