Addobbi di Natale in condominio: quali sono vietati?

Isabella Policarpio

3 Dicembre 2020 - 13:16

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Luci e altri addobbi di Natale in balcone si possono vietare? Quali scegliere? Cosa dice il regolamento di condominio sul “decoro architettonico.”

Addobbi di Natale in condominio: quali sono vietati?

Gli addobbi di Natale in balcone possono far nascere delle controversie in condominio. C’è chi si limita alle luci sulla ringhiera e chi, invece, calca la mano con decorazioni di cattivo gusto.

Per non creare tensioni o infrangere divieti, prima di montare gli addobbi di Natale in balcone è buona norma leggere il regolamento condominiale e verificare se contiene dei divieti o impone un certo tipo di decorazioni (ad esempio il colore dell’illuminazione uguale per tutti i condomini).

Le regole sulle decorazioni natalizie sono più severe nei centri storici e nei palazzi di pregio artistico: qui, infatti, addobbi, luci e decorazioni non possono ledere il “decoro architettonico” dell’edificio.

Il condominio può vietare gli addobbi di Natale?

Decorare il proprio balcone con addobbi natalizi non è un diritto, per questo ogni condominio può vietarli, se lo ritiene opportuno. I regolamenti condominiali, infatti, se di natura contrattuale, sono vincolanti per tutti i condomini e chi decora il proprio balcone nonostante il divieto rischia ammonimenti e sanzioni.

Attenzione al regolamento condominiale

Per questo sarebbe buona norma verificare cosa c’è scritto nel regolamento prima di acquistare e montare luci e decorazioni. Al suo interno potrebbero esserci delle clausole che limitano o vietano gli addobbi di Natale in balcone o impongono una determinata categoria di decorazione per uniformare la facciata dell’edificio.

Quindi, prima di dare libero sfogo alla propria creatività, si dovrebbe contattare l’amministratore di condominio.

La cosa non deve stupire; i motivi per vietare/limitare gli addobbi in balcone sono diversi: ad esempio salvaguardare la sicurezza dei passanti e degli altri condomini (si pensi al pericolo di caduta degli addobbi montati male) oppure tutelare il decoro e l’ordine dell’edificio.

In assenza di limitazioni o divieti, ogni condomino è libero di abbellire e decorare il proprio balcone come meglio crede, con luci, angeli, babbi natale e quant’altro.

Luci e addobbi natalizi: quando violano il “decoro architettonico”

Può capitare che luci e addobbi natalizi in condominio siano vietati perché rovinano il “decoro architettonico”. Che significa? Questo concetto si riferisce all’estetica dell’edificio e serve a tutelare la bellezza della facciata. La definizione di “decoro architettonico” - che è un concetto tutelato dalla legge - è stata elaborata dalla Corte di cassazione (sentenza n. 8731/1998):

“Per decoro architettonico del fabbricato, ai fini della tutela prevista dall’art.1120 c.c., deve intendersi l’estetica data dall’insieme delle linee e delle strutture che connotano il fabbricato stesso e gli imprimono una determinata, armonica, fisionomia. L’alterazione di tale decoro può ben correlarsi alla realizzazione di opere che immutino l’originario aspetto anche soltanto di singoli elementi o punti del fabbricato tutte le volte che la immutazione sia suscettibile di riflettersi sull’insieme dell’aspetto dello stabile.”

Qualsiasi decorazione (non soltanto natalizia), fabbricato o installazione può alterare il “decoro architettonico”, e chi infrange il divieto - ove presente nel regolamento - non solo dovrà rimuovere gli addobbi ma rischia anche la multa fino a 800 euro.

In quali condomini è vietato addobbare i balconi?

Deve preoccuparsi del divieto di installare luci e altre decorazioni chi abita in palazzi storici, di valore artistico e culturale, mentre per i condomini normali divieti e limitazioni alle decorazioni natalizie sono molto rare. Ciò non toglie che dare un’occhiata al regolamento condominiale è sempre una buona abitudine.

Argomenti

# Natale

Iscriviti alla newsletter

Money Stories