AIM Italia in luce: 3 IPO in 3 giorni fanno sognare

Le IPO sull’AIM di Borsa Italiana fanno sognare: dall’inizio del 2018 si sono già quotate circa 20 società.

AIM Italia in luce: 3 IPO in 3 giorni fanno sognare

AIM Italia in fibrillazione grazie al fenomeno IPO.

Da mercoledì ad oggi sono state ben tre le società a fare il proprio ingresso sul listino di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese. Un’IPO al giorno, in pratica.

Askoll EVA, Monnalisa e Portobello: questi i nomi delle tre nuove inquiline dell’AIM che hanno debuttato rispettivamente nelle sessioni di mercoledì, giovedì e venerdì.

I dati hanno gettato nuova luce sul segmento, che dall’inizio dell’anno ad oggi ha sperimentato un crescente interesse da parte delle aziende pronte a gettarsi nella mischia azionaria.

Le ultime 3 IPO sull’AIM di Borsa Italiana

La prima a fare il suo ingresso sul segmento AIM di Borsa Italiana è stata in settimana Askoll EVA, una società specializzata soprattutto nella produzione di veicoli elettrici a due ruote, commercializzati non soltanto in Italia ma nell’intera Europa.

Dopo aver raccolto 12 milioni di euro in fase di collocamento, la società è sbarcata sull’AIM con una capitalizzazione di 54,4 milioni di euro e con un flottante pari al 22,1%. Nel giorno del debutto, mercoledì 11 luglio, Askoll EVA ha messo a segno rialzi superiori ai trenta punti percentuali.

A fare il proprio ingresso sulla Borsa Italiana è stata nella sessione di giovedì Monnalisa, specializzata nella produzione di abbigliamento per bambini, che nella fase di prevendita ha raccolto 18,5 milioni di euro ed ha portato a 106 il numero di piccole e medie imprese quotate sull’AIM Italia. La sua capitalizzazione all’ammissione è risultata di circa 72 milioni di euro.

Nella giornata odierna, l’ultima di una settimana entusiasmante per il segmento delle piccole e medie imprese, è toccato invece a Portobello, operante nel settore media e advertising. La società fondata soltanto nell’aprile del 2016 è sbarcata sulla Borsa Italiana con una capitalizzazione 12 milioni di euro e con un flottante del 16,3%.

I numeri dell’AIM Italia

Le ultime tre IPO hanno portato a 107 il numero di piccole e medie imprese quotate sull’AIM. Qualche giorno fa, ad esempio, la Borsa Italiana ha assistito allo sbarco di Esautomotion, la holding del gruppo ESA e a quello di Longino & Cardenal.

L’interesse nei confronti del segmento è aumentato a dismisura nel corso degli ultimi mesi e, soltanto dall’inizio del 2018 ad oggi, le società quotate sull’AIM sono state già quindici.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su AIM Italia

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.