A scuola dal 1° settembre, ecco in quale caso

Teresa Maddonni

13 Agosto 2021 - 16:15

condividi

La scuola riapre il 1° settembre secondo l’ordinanza ufficiale del Miur, ma solo in un caso. Il ministero dell’Istruzione annuncia anche altre due date.

A scuola dal 1° settembre, ecco in quale caso

La scuola riapre il 1° settembre, ma solo in un caso. La recente ordinanza del Miur ha stabilito qual è la data per il primo giorno di scuola 2021 sebbene il calendario scolastico 2021-2022 sia stato già deciso dalle varie Regioni in autonomia.

Il Miur ha stabilito di recente anche come sarà il rientro a settembre con il Piano approvato in Conferenza Unificata, oltre ad aver introdotto il green pass a scuola obbligatorio per tutto il personale scolastico.

La data scelta dal Miur è quella del 13 settembre, ma la scuola riapre già il 1° settembre per il recupero e il rafforzamento degli apprendimenti.

La scuola riapre il 1° settembre per rafforzamento degli apprendimenti

La scuola riapre il 1° settembre solo in un caso come da ordinanza del Miur. Specifica il ministero guidato da Patrizio Bianchi nell’ordinanza che:

“Le attività ordinarie di rafforzamento degli apprendimenti si svolgono a decorrere dal 1° settembre 2021.”

Un altro anno di pandemia che gli studenti si lasciano alle spalle impone che la scuola riapra a settembre, dal 1°, per recuperare. Ci sono poi altre date che il Miur indica nella sua ordinanza:

  • il 13 settembre, come abbiamo detto, per le lezioni delle scuole del primo e del secondo ciclo di istruzione, in cui sono compresi i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti;
  • il 6 settembre 2021 per le lezioni delle scuole dell’infanzia.

La scuola riapre il 1° settembre in sicurezza

La scuola riapre il 1° settembre solo per il recupero degli apprendimenti, ma dovrà comunque farlo in sicurezza. Prima di tutto occorrerà mantenere il distanziamento di almeno un metro e quando questo non è possibile occorre indossare necessariamente la mascherina.

Non solo, la novità è che dal 1° settembre, quando la scuola riaprirà per il rafforzamento degli apprendimenti sarà necessario che gli insegnanti abbiano, come anche il resto del personale scolastico in presenza, il green pass.

L’obbligo di green pass prevede che per l’insegnante che ne sia sprovvisto, e che pertanto risulti come assente ingiustificato, dal quinto giorno scatti la sospensione con l’interruzione dello stipendio. Hanno pochissimi giorni gli insegnanti per vaccinarsi o comunque dovranno presentare il green pass a seguito di un tampone quando la scuola riaprirà il 1° settembre.

Il green pass si ottiene con:

  • almeno una dose di vaccino a 15 giorni dalla somministrazione;
  • tampone negativo effettuato nelle 48 ore prima;
  • essere guarito dal Covid nei 6 mesi precedenti.

Iscriviti a Money.it