Dollaro USA (USD)

Dollaro USA (USD)

Il Dollaro USA è la valuta degli Stati Uniti. L’abbreviazione con cui ci si riferisce al Dollaro USA è USD, mentre il simbolo della valuta è $.
Di seguito sono presenti informazioni e dettagli sul dollaro USA, oltre che ad analisi aggiornate e le ultime notizie sul dollaro statunitense.

Informazioni sul Dollaro USA
La banca centrale degli Stati Uniti è la Federal Reserve (in breve, “Fed”).
Il dollaro USA è la valuta più scambiata nel mercato del Forex, in coppia con le maggiori valute. Il cambio più seguito dai forex trader, che vede come uno dei protagonisti il dollaro USA, è il cambio euro-dollaro.
Il soprannome del dollaro USA più diffuso è biglietto verde (greenback in inglese).

L’importanza del dollaro USA
Il dollaro americano è la valuta più convertita al mondo e viene utilizzata regolarmente come un punto di riferimento nel mercato del Forex. Essendo proprio il dollaro la valuta di riserva mondiale dominante, è detenuta da quasi tutte le banche centrali del mondo. Inoltre, il dollaro è utilizzato come valuta standard nel mercato delle materie prime e quindi ha un impatto diretto sui prezzi delle commodities.

Il dollaro e la dollarizzazione
Grazie alla sua diffusione e al suo riconoscimento a livello internazionale, alcuni paesi come Panama ed Ecuador usano il dollaro USA come moneta ufficiale, una pratica nota come dollarizzazione. Per molti altri paesi invece il dollaro è una forma alternativa di pagamento, anche se non la moneta ufficiale di riferimento.

Il dollaro USA e il legame con l’oro
Dal 1806, le operazioni di emissione di dollaro USA hanno iniziato ad essere legate alla standardizzazione con l’oro, il che significa che per ogni banconota la banca centrale doveva garantire il possesso del relativo valore in oro.

Il noto sistema di Bretton Woods è stato adottato da molti paesi per fissare i tassi di cambio per tutte le valute in oro. Dal momento che gli Stati Uniti detenevano la maggior parte dell’oro mondiale, molti paesi hanno direttamente ancorato il valore della propria valuta al dollaro. Le banche centrali mantenevano i tassi di cambio tra la propria valuta e il dollaro USA fissi, trasformando de facto il dollaro statunitense in una valuta mondiale. Nel 1973, gli Stati Uniti hanno dato fine all’ancoraggio del valore del dollaro all’oro.

Dollaro USA in sintesi

Nome: Dollaro USA
Simbolo: $, centesimi: ¢
Codice ISO 4217: USD
Tasso di interesse banca centrale: 0.25%
Cambio più diffuso: EURUSD
Soprannomi: greenback (biglietto verde), verde, ossa, presidenti morti
Monete: 1¢, 5¢, 10¢, 25¢ (rare: $1, 50¢)
Banconote: $1, $5, $10, $20, $50, $100 (rara: $2)
Banca centrale: Federal Reserve Bank
Sito internet: www.federalreserve.gov
Paesi usufruitori: Stati Uniti, Samoa Americane, Isole Vergini Americane, Territorio britannico dell’Oceano Indiano, Isole Vergini britanniche, Ecuador, El Salvador, Guam, Haiti, Micronesia, Isole Marianne Settentrionali, Palau, Panama, Porto Rico, Turks e Caicos, Isole minori esterne degli Stati Uniti d’America, Isola di Wake, Timor Est

Dollaro USA (USD), ultimi articoli su Money.it

Forex, EUR/USD: dollaro in pausa dal rally dopo i dati USA, euro rimbalza

Flavia Provenzani

12 Marzo 2015 - 16:42

Forex, EUR/USD: dollaro in pausa dal rally dopo i dati USA, euro rimbalza

L’euro risale dopo la svalutazione dei giorni scorsi dovuta all’inizio del programma di quantitative easing e al precedente rafforzamento del dollaro. Il dollaro soffre sulla scia delle deboli vendite al dettaglio. In calo le aspettative per un rialzo dei tassi.

Forex: dollaro USA ancora forte, bassi i volumi di scambio

Flavia Provenzani

11 Marzo 2015 - 17:40

Forex: dollaro USA ancora forte, bassi i volumi di scambio

Continua la forza del dollaro contro le altre valute principali forex: il report sul lavoro e l’aspettativa di rialzo dei tassi della Fed sostengono il biglietto verde. Ecco la performance di oggi del dollaro USA.

Gold: oro al minimo di 4 mesi, il dollaro forte causa il sell-off

Flavia Provenzani

10 Marzo 2015 - 19:09

Gold: oro al minimo di 4 mesi, il dollaro forte causa il sell-off

Il prezzo dell’oro scende al minimo di 4 mesi, dopo il crollo di 30 dollari l’oncia dei giorni scorsi: il dollaro sempre più forte rende meno conveniente l’acquisto dell’oro ai titolari di altre valute e causa il sell-off.