Divorzio

Il divorzio è l’istituzione giuridica che mette fine al matrimonio civile, introdotta in Italia nel 1970 con la legge n°898 nonostante la netta opposizione della Democrazia Cristiana.

Negli anni successivi ci fu una netta opposizione all’istituto del divorzio tant’è che nel 1974 si tenne un referendum abrogativo che confermò la volontà della maggioranza della popolazione a mantenere la legge.

Il divorzio non mette fine agli effetti religiosi del matrimonio, per i quali invece bisogna rivolgersi alla Sacra Rota per richiederne l’annullamento.

In Italia per la concessione del divorzio è necessario che questo sia preceduto da un periodo di separazione coniugale, che con la legge sul divorzio breve è stato ridotto ad un anno in caso di separazione giudiziale e a sei mesi nel caso sia consensuale.

Nella maggior parte dei casi per il divorzio è necessaria la sentenza di un tribunale o di un’altra autorità in un processo legale. In Italia, per alcuni casi specifici, è possibile divorziare senza il sostegno di un avvocato.

La procedura legale del divorzio può anche comportare questioni come l’assegno di mantenimento e l’assegno divorzile e la custodia dei figli.

Divorzio, ultimi articoli su Money.it

Mantenimento figli: cosa si intende per spese extra e chi paga?

Quando due genitori separati devono accordarsi sul mantenimento del figlio dovranno considerare di volta in volta anche delle spese extra che esulano dai bisogni ordinari. Importante è capire chi deve pagare e in che proporzione e quali sono questi esborsi.

Divorzio: diritto di visita anche ai nonni

La Corte di giustizia europea ha accordato anche ai nonni il diritto di visita ai propri nipoti a seguito di divorzio dei genitori: la decisione spetta al giudice dal Paese in cui il bambino risiede.

Affidamento superesclusivo: cause e conseguenze?

Quando una coppia si separara il figlio solitamente viene affidato ad entrambi i genitori tramite affido condiviso. A volte però il giudice può affidare il bambino a uno solo tra madre e padre: in questo caso si parla di affidamento esclusivo o superesclusivo.

Chi deve mantenere i figli?

L’obbligo di mantenimento e assistenza nei confronti dei figli spetta, come stabilito dall’articolo 147 del Codice Civile, ai genitori. Ciò vale anche in caso di divorzio e per i figli maggiorenni.

|