Vaccino Pfizer autorizzato in Europa: ok da Ema, cosa succede adesso

Violetta Silvestri

21 Dicembre 2020 - 15:38

21 Dicembre 2020 - 15:49

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il vaccino Pfizer ha ottenuto l’approvazione in Europa. Via libera dall’Agenzia europea per i medicinali per il trattamento anti-Covid.

Vaccino Pfizer autorizzato in Europa: ok da Ema, cosa succede adesso

Vaccino anti-Covid: si parte anche in Europa. Arrivata l’attesa autorizzazione Ema per il trattamento Pfizer.

L’annuncio è del 21 dicembre, quando si sono riuniti gli esperti dell’Agenzia europea per i medicinali con lo scopo di valutare l’efficacia e la sicurezza del vaccino Pfizer-BioNtech.

Il disco verde si è quindi acceso anche per il vecchio continente, che dopo aver superato altri step istituzionali nel giro di pochi giorni, potrà iniziare la sua campagna di vaccinazione contro il Covid.

Con l’approvazione del vaccino da parte dell’Ema, cosa succede adesso in Europa e in Italia?

Vaccino Covid: via libera in Europa dall’Ema

L’Europa festeggia il via libera al vaccino Pfizer appena giunto da parte dall’agenzia europea.

Il responso positivo è arrivato dagli esperti dell’Ema, che hanno valutato come sicuro il trattamento, già in somministrazione in Regno Unito e negli USA.

La presidente della Commissione UE von der Leyen ha così accolto la notizia:

“È un momento decisivo nei nostri sforzi per fornire vaccini sicuri ed efficaci agli europei! L’Ema ha appena emesso un parere scientifico positivo sul vaccino Pfizer-BioNTech Ora agiremo velocemente”

Stesso entusiasmo anche da parte del ministro della Salute Speranza:

“È la notizia che aspettavamo. La battaglia contro il virus è ancora molto complessa, come dimostrano anche le ultime notizie provenienti da Londra, ma avere a disposizione un vaccino efficace e sicuro apre una fase nuova e ci da più forza e fiducia”.

Con il via libera degli esperti dell’agenzia europea si apre l’iter per la campagna di vaccinazione in Europa, stabilita simbolicamente nel giorno 27 dicembre, soprannominato V-day.

In più, in queste ore di panico per la cosiddetto ceppo inglese del virus, che sarebbe più aggressiva sulla capacità di contagio, la direttrice Ema ha dichiarato: “Al momento non ci sono indicazioni che il vaccino non funzionerà contro la variante del Covid”,

Cosa significa e cosa succede adesso? Per iniziare la somministrazione delle dosi Pfizer ai cittadini europei occorrerà l’approvazione della Commissione Ue e, in Italia, dell’Aifa.

Passaggi, quest’ultimi, che dovrebbero essere completati nel giro di pochissimi giorni.

Poi, come già anticipato, il 26 dicembre potranno iniziare le spedizioni in tutte le nazioni UE. A quel punto, tra la fine di dicembre e l’inizio di gennaio sanitari e anziani delle Rsa verranno vaccinate anche in Italia.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories