Vaccino: Moderna pronta a lancio globale

Il colosso farmaceutico USA sta raccogliendo oltre 1 miliardo di dollari di depositi governativi per il lancio globale del vaccino anti-covid

Vaccino: Moderna pronta a lancio globale

Moderna è già pronta al lancio globale del suo vaccino contro il coronavirus. È questa l’ipotesi paventata nelle ultime ore dalla CNBC, che si basa sulle dichiarazioni della compagnia e soprattutto sul suo sforzo nel raccogliere 1,1 miliardi di dollari in depositi governativi.

Dopo aver previsto prime somministrazioni a dicembre, il colosso biotecnologico ha infatti annunciato, nel corso del suo report sugli utili del terzo trimestre, l’imminente arrivo del potenziale farmaco su scala globale.

Ha poi aggiunto l’adesione all’iniziativa COVAX, sostenuta dall’Organizzazione mondiale della sanità, che mira in sostanza ad agevolare economicamente l’accesso al vaccino per tutta la popolazione.

Vaccino che provvisoriamente chiama mRNA-1273, e per il quale ha già firmato importanti accordi di fornitura in decine e decine di Paesi appartenenti a più continenti. A fornire indizi piuttosto indicativi in questo senso è stato il CEO di Moderna, Stephane Bancel, che ha parlato di una preparazione attiva per il lancio e di una serie di accordi già firmati con “i governi di tutto il mondo”:

“Moderna si impegna a rispettare i più elevati standard di qualità dei dati e di una ricerca scientifica rigorosa, mentre continua a lavorare con le Authority per garantire sempre più passi avanti dell’RNA-1273”.

Vaccino: Moderna pronta al lancio globale

Moderna, in prima linea nella corsa al vaccino anti-covid, ha annunciato la scorsa settimana di essere pronta per la fase avanzata dei test, che prevede 30.000 partecipanti.

Già più di 25.650 partecipanti hanno ricevuto il secondo vaccino, somministrato in due dosi a una platea di pazienti moto variegata: il 37% dei partecipanti proveniva da comunità diverse e il 42% era ad alto rischio di malattie gravi.

Il 53% dei partecipanti sono uomini e il 47% donne, mentre la stragrande maggioranza ha più di 25 anni, con solo il 5% in una fascia d’età compresa tra i 18 e i 24 anni.

In una call con gli investitori di ieri, il CEO Stéphane Bancel ha spiegato di aspettarsi che il comitato di monitoraggio dati e sicurezza - quello che deve valutare il successo o meno dei test - condurrà la sua prima analisi ad interim a novembre.

Il vaccino targato Moderna, sviluppato con l’aiuto del National Institutes of Health, contiene materiale genetico chiamato messenger RNA , o mRNA, che gli scienziati sperano stimoli il sistema immunitario a combattere il virus.

Ad agosto, Moderna ha dichiarato una fascia di prezzo per dose tra i 32 e i 37 dollari, ma il prezzo potrebbe essere anche inferiore per quanto concerne determinati accordi, ha fatto sapere.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories