Vaccini a scuola, autodichiarazione obbligatoria per insegnanti e ATA: il modello da compilare

Simone Micocci

18 Agosto 2017 - 12:32

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Vaccini, nuova circolare del MIUR: autodichiarazione obbligatoria ad inizio anno, anche per insegnanti e personale ATA. Ecco i modelli da scaricare e compilare.

Vaccini, il Miur ha pubblicato il modello che insegnanti e personale ATA devono compilare per l’autodichiarazione obbligatoria.

All’inizio dell’anno scolastico 2017-2018 avrà inizio la fase transitoria prevista dalla legge 119/2017 che ha introdotto delle importanti novità in materia di prevenzione vaccinale.

La legge - voluta in particolar modo dalla Ministra della Salute Beatrice Lorenzin - ha aumentato a 10 i vaccini obbligatori, vietando l’iscrizione alle scuole dell’infanzia a tutti i bambini non in regola. Nessun divieto d’iscrizione per le scuole elementari, ma per i genitori degli alunni non in regola è prevista una sanzione.

Nei giorni che hanno preceduto l’approvazione della legge si è molto discusso per un emendamento che avrebbe esteso l’obbligo vaccinale anche ad insegnanti e personale ATA; le polemiche però sono state spente sul nascere poiché alla fine l’emendamento della discordia non è stato approvato.

Gli insegnanti e il personale ATA tuttavia dovranno presentare un’autodichiarazione sulla propria situazione vaccinale, compilando il modulo messo a disposizione dal Ministro dell’Istruzione.

Insegnanti e personale ATA: quando e come presentare l’autodichiarazione?

L’autodichiarazione obbligatoria per il personale scolastico è stata introdotta poco prima dell’approvazione definitiva della legge, tramite un decreto che recita:

“Entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, gli operatori scolastici, sanitari e socio-sanitari presentano agli istituti scolastici e alle aziende sanitarie nei quali prestano servizio una dichiarazione, resa ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, comprovante la propria situazione vaccinale”.

L’autodichiarazione quindi non va presentata solamente dai genitori - che devono indicare la situazione vaccinale dei propri figli - ma anche da insegnanti, educatori e personale ATA. L’autodichiarazione va presentata alla scuola dove si presta servizio, compilando il modulo messo a disposizione dal MIUR che potete scaricare di seguito:

Modello dichiarazione sostitutiva per docenti e personale ATA
Clicca qui per scaricare il modello di autodichiarazione per comprovare la propria situazione vaccinale.

Modello autodichiarazione per i genitori

A partire dall’anno scolastico 2019/2020 saranno le singole ASL ad inviare alle scuole l’elenco degli iscritti, sino ai 16 anni di età, che non risultano in regola con gli adempimenti vaccinali.

Nel 2017/2018 e nel 2018/2019, invece, valgono le modalità transitorie che il MIUR ha illustrato nella circolare inviata alle scuole.

In questa fase sono le scuole a dover acquisire la documentazione relativa all’obbligo vaccinale per ogni singolo alunno, così da segnalare all’ASL territoriale di competenza eventuali omissioni da parte dei genitori.

Per comprovare l’effettuazione delle vaccinazioni i genitori devono presentare, al pari di insegnanti e personale ATA, una dichiarazione sostitutiva, indicando tutti i vaccini somministrati al proprio figlio.

L’autodichiarazione va presentata per le scuole dell’infanzia entro il 10 settembre 2017, mentre per gli altri gradi di istruzione c’è tempo fino al 31 ottobre 2017. Se entro 10 giorni dalle scadenze fissate dall’amministrazione i genitori non hanno ancora presentato l’autodichiarazione, il dirigente scolastico invia la segnalazione alla ASL.

Una volta presentata l’autodichiarazione i genitori avranno tempo fino al 10 marzo del 2018 per presentare la documentazione che comprova l’avvenuta vaccinazione dei figli. Per la scuola dell’infanzia la mancata presentazione delle documentazione comporterà la decadenza dell’iscrizione, mentre per gli altri gradi di istruzione sarà comminata una sanzione ai genitori.

Di seguito potete scaricare il modello della dichiarazione sostitutiva da presentare ai fini dell’iscrizione a scuola; ricordiamo che dichiarare il falso costituisce un reato punito fino a 6 anni di reclusione, ecco perché dovete fare molta attenzione a cosa indicate nel modello.

Modello dichiarazione sostitutiva per genitori
Clicca qui per scaricare il modello di dichiarazione sostitutiva dove indicare la situazione vaccinale dei propri figli ai fini dell’iscrizione a scuola.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories