Uscire dalla Regione: quando è possibile?

Spostamenti tra Regioni: quando sono consentiti? Limitazioni per i territori ad alto rischio con il nuovo DPCM.

Uscire dalla Regione: quando è possibile?

Spostamenti vietati (salvo eccezioni) tra Regioni ad alto rischio: questa, in sintesi, una delle novità del nuovo DPCM firmato nella notte dal Presidente del Consiglio.

Il decreto che entrerà in vigore nella giornata di domani va a diversificare le restrizioni a seconda dei territori: per le Regioni ad alto rischio, sia che per lo scenario tre (zona arancione) che per chi si trova già nello scenario quattro (zona rossa), scattano divieti più severi rispetto a quelli previsti sull’intero territorio nazionale.

Regole che valgono anche per gli spostamenti da e verso queste Regioni; gli enti locali e il Governo, infatti, hanno concordato sulla necessità di isolare quelle zone dove il contagio corre in maniera troppo veloce, così da evitare che il coronavirus si diffonda anche nelle altre Regioni dove - per il momento - la situazione appare essere più sotto controllo.

Per questo motivo è stato deciso di fare un passo indietro tornando a limitare - come già fatto per il primo lockdown - gli spostamenti tra Regioni ai soli casi di necessità. Ma attenzione, questa volta le restrizioni si applicano solamente per quelle zone considerate più a rischio.

Uscire (o entrare) dalle Regioni a rischio: quando è possibile?

Il testo del DPCM stabilisce che sia per le zone rosse che per le zone arancioni è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita. Quindi, per tutte quelle Regioni per cui sarà accertato un livello di rischio alto scatterà una limitazione degli spostamenti.

Questo vale sia per chi deve andare da una Regione della zona gialla verso una classificata come zona rossa o arancione, come pure viceversa. Nel dettaglio, gli unici spostamenti consentiti in tal caso sono quelli che rientrano in una delle seguenti casistiche:

  • comprovate esigenze lavorative;
  • situazioni di necessità;
  • motivi di salute;
  • per assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui questa è consentita;
  • rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Negli altri casi non sarà possibile uscire o entrare da una Regione che si trova ad alto rischio e quindi indicata con i colori rosso e arancione. È sempre consentito, invece, muoversi tra due Regioni della fascia gialla.

Ma quali sono queste Regioni? L’elenco ufficiale verrà comunicato solamente nel pomeriggio, ma nel frattempo ci sono diverse anticipazioni a riguardo.

Verso e da quali Regioni gli spostamenti saranno limitati

Per il momento non c’è ancora l’ufficialità riguardo alle Regioni delle zone rosse e arancioni, tuttavia l’elenco sembra pressoché fatto.

Saranno certamente vietati gli spostamenti dentro e fuori la Lombardia, la Calabria e il Piemonte, come pure per la Valle d’Aosta. Queste Regioni, infatti, saranno molto probabilmente nella zona rossa; per uscire - o entrare - dal territorio regionale, quindi, servirà dichiarare - tramite un modello di autocertificazione - il motivo dello spostamento.

Nella zona arancione, invece, dovrebbero esserci il Veneto, la Campania, la Puglia e la Liguria. Come già visto, anche per queste valgono le regole suddette, con il divieto, quindi, di spostamenti oltre confine regionale.

Argomenti:

Regioni DPCM Lockdown

Iscriviti alla newsletter

Money Stories