Twitter a Elon Musk: le conseguenze dell’operazione

Riccardo Lozzi

26 Aprile 2022 - 10:39

condividi

L’acquisizione di Twitter da parte di Elon Musk potrebbe avere diverse conseguenze su vari settori. Ecco alcuni possibili scenari.

Twitter a Elon Musk: le conseguenze dell'operazione

La notizia dell’acquisizione di Twitter da parte di Elon Musk per un valore totale di 44 miliardi di dollari è sicuramente una delle più importanti del settore tech degli ultimi anni.

Non solamente per le cifre da capogiro che hanno posto fine alla sfida tra Musk e il board del celebre social network avvenuta nelle ultime settimane, ma per l’impatto che questa acquisizione potrebbe avere in diversi settori.

Infatti, in molti si chiedono non solo come cambierà Twitter, ora che è passato sotto il controllo dell’uomo più ricco del mondo, ma anche quali conseguenze ci saranno a livello politico, economico e finanziario.

Twitter a Elon Musk: tutte le conseguenze dell’operazione

Lo stesso Elon Musk ha rivolto ai suoi più “duri critici” l’invito a non lasciare il social di microblogging proprio in nome della libertà di parola, di cui il miliardario di Pretoria si autodefinisce un “assolutista”.

Tuttavia, diversi utenti hanno dichiarato di voler abbandonare Twitter proprio perché preoccupati dalla nuova deriva che questa visione potrebbe comportare. I pericoli di una “libertà di parola assoluta” sono stati citati da Amnesty International proprio in un tweet.

Secondo l’Ong impegnata nella difesa dei diritti umani, uno scenario del genere rischia di trasformare questo mezzo di comunicazione in un luogo virtuale che potrebbe ospitare commenti violenti e discriminatori nei confronti di “donne, persone non-binarie e altri”.

Trump pronto a tornare su Twitter?

Intanto il dibattito politico americano si sta interrogando principalmente su una questione: Donald Trump tornerà su Twitter dopo essere stato bloccato su tutti i social in seguito all’assalto al Congresso dei suoi sostenitori il 6 gennaio 2021?

Il primo a essere preoccupato di questa prospettiva sarebbe il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. A quanto raccolto dai media americani e dal suo entourage, il timore di Biden è la possibilità che il reintegro sulla piattaforma del suo predecessore possa portare a nuovi disordini interni negli States.

Trump al momento ha fatto sapere di non avere intenzione di tornare su Twitter, nonostante il suo apprezzamento personale nei confronti di Elon Musk.

L’ex inquilino della Casa Bianca ha dichiarato che sarà solamente su Truth, il social che lo stesso tycoon ha fondato alla fine del 2021.

L’impatto sulle criptovalute, balzo dei Dogecoin

Intanto, dal punto di vista economico-finanziario, si è assistito a un balzo di oltre il 20% del valore dei Dogecoin, la criptovaluta preferita di Elon Musk.

Il settore delle monete digitali potrebbe essere tra i più coinvolti di questa novità. Tesla è infatti uno dei maggiori acquirenti mondiali di Bitcoin che, insieme alle altre valute virtuali, rispecchiano esattamente la filosofia dello stesso Musk di un mondo senza alcun tipo di censura.

Motivo per cui si potrebbe pensare a nuove possibili integrazioni tecnologiche tra Twitter e il settore Crypto nel prossimo futuro.

Iscriviti a Money.it