Truffe bancarie online: chi sono i più colpiti e quanti soldi vengono rubati?

Ecco chi sono gli utenti più colpiti dalle truffe bancarie online e quanti soldi in media vengono rubati sul web attraverso il phishing che permette agli hacker di clonare password e pin

Truffe bancarie online: chi sono i più colpiti e quanti soldi vengono rubati?

Sono soprattutto i millennials gli utenti che finiscono sempre più spesso nella rete delle truffe bancarie online. Nonostante vengano definiti nativi digitali, gli echo boomers non riescono ad evitare i pericoli del web, anzi sono la generazione più colpita.

A svelarlo è uno studio inglese del gruppo bancario e assicurativo Lloyds Bank. Esso ha scoperto che nel Regno Unito la fascia d’età più colpita dal cosiddetto phishing o da altre truffe bancarie online è quella tra 18-34 anni, ossia quella formata da millenials e centennials (nati tra il 1995 e il 2010, ndr).

Anche se il dato può sembrare sorprendente, vista l’esperienza digitale dei millennials, dall’altra è dettata dal fatto che i giovani più di tutti sono quelli che frequentano maggiormente la Rete e utilizzano i servizi di home banking. Proprio per questo sono gli utenti più esposti a rischi del web.

Truffe bancarie online: il 78% utilizza la stessa password

Quanto analizzato dallo studio inglese effettuato da Lloyds Bank fa eco a un’indagine americana effettuata a maggio 2019. Essa infatti ha dimostrate che le cause principali che portano i millennials a essere gli utenti più colpiti dalle truffe bancarie online vanno ricercate in due dati fondamentali:

  • il 78% dei giovani, compresi nella fascia d’età 16-24, utilizzano la stessa password per diversi servizi online;
  • Il 44% non sapeva cosa fosse il phishing online.

Ritornando invece alla ricerca effettuata da Lloyds, dopo gli under 34 i clienti britannici più colpiti sono quelli tra i 45 e i 54 anni: circa il triplo rispetto agli over 55. Per rubare la password e pin i truffatori vestono i panni di tre istituzioni in particolare:

  • la banca del cliente,
  • la polizia;
  • l’equivalente della nostra Agenzia delle Entrate

I truffatori a chi rubano più soldi?

Se i giovani e quindi i millennials sono gli utenti che incorrono maggiormente in truffe bancarie online, tuttavia non sono quelli a cui i truffatori riescono a rubare più soldi.

Infatti, secondo la ricerca britannica, gli utenti che si vedono sfilare più soldi da una singola frode online sono gli over 55. A essi i truffatori riescono a rubare in media 11 mila sterline.

Più distanti le cifre che vengono sottratte agli utenti compresi nella fascia d’eta 45-54 anni e ai millennials. Ai primi i truffatori riescono a rubare in media per ogni singola truffa bancaria online 3.500 sterline, ai secondi 2.500.

Il fenomeno del phishing tra l’altro è molto radicato anche in Italia, soprattutto attraverso mail e messaggi su Whatsapp e Facebook, dove vengono promessi per esempio falsi buoni Conad, Carrefour e Alitalia. E non è neanche un caso se ormai tutte le banche mondiali, comprese le challenger banks, stanno investendo sempre di più sulla sicurezza informatica.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su truffe bancarie online

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.