TikTok, ultimatum di Trump a ByteDance: 90 giorni per vendere

Il presidente USA ha dato 90 giorni alla startup Bytedance per vendere TikTok. Microsoft in testa per le trattative

TikTok, ultimatum di Trump a ByteDance: 90 giorni per vendere

Il presidente USA Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo che obbliga la cinese ByteDance a vendere TikTok entro 90 giorni o abbandonare il proprio business statunitense. “Ci sono prove credibili che mi portano a credere che ByteDance possa compiere azioni che minacciano la sicurezza nazionale degli Stati Uniti”, ha detto il tycoon.

ByteDance ha 90 giorni di tempo per vendere TikTok

TikTok ha tre mesi di tempo o è fuori dagli Stati Uniti. L’ultimatum è stato visto in realtà come una buona notizia per ByteDance, visto che il precedente ordine prevedeva lo stop alla distribuzione dell’app sugli store entro 45 giorni.

Con il nuovo ordine la più grande startup del mondo guadagna tempo per trovare un accordo migliore. La società dovrà comunque distruggere tutte le copie di dati connessi ad utenti statunitensi.

TikTok è un pericolo per la sicurezza nazionale?

Secondo gli ultimi report, TikTok avrebbe aggirato una falla di Android per raccogliere gli indirizzi MAC (media access control), che registrano la posizione del dispositivo.

L’amministrazione si impegna a proteggere il popolo americano da tutte le minacce di cyber security e queste applicazioni raccolgono quantità significative di dati privati sugli utenti”, ha detto la portavoce della Casa Bianca Kayleigh McEnany.

Ultimatum a ByteDance

Così ha replicato ByteDance al nuovo ultimatum: “Come abbiamo detto precedentemente, TikTok è amata da 100 milioni di americani perché è un luogo di intrattenimento, espressione di sé, e connessione. Ci impegniamo a continuare a portare gioia alle famiglie e carriere significative a coloro che creano contenuti sulla nostra piattaforma per molti anni a venire”.

La startup ha detto di essersi impegnata per più di un anno per provare all’amministrazione USA la propria buona fede. Il Governo, però, “non ha prestato attenzione ai fatti, dettato i termini di un accordo senza muoversi per i processi legali, e ha provato a inserirsi nelle trattative tra aziende private”.

Resta il dubbio di cosa ne sarà di questi 100 milioni di utenti. Microsoft ha confermato di essere in trattative con ByteDance per l’acquisto dei mercati negli USA, Canada, Australia e Nuova Zelanda. L’accordo dovrebbe aggirarsi fra i 10 miliardi ei 30 miliardi di dollari.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories