Tesla ha appena lanciato la sua tequila

Non è uno scherzo: la Tequila marcata Tesla è sul mercato e ha già fatto il tutto esaurito

Tesla ha appena lanciato la sua tequila

Dopo aver già convinto le persone a comprare lanciafiamme, pantaloncini e tavole da surf, stavolta Elon Musk punta anche sulla tequila.

Il colosso automobilistico elettrico ha infatti lanciato ieri la propria linea denominata «Tesla Tequila», mantenendo una vecchia promessa del CEO che annunciava la futura vendita di un proprio marchio di liquori.

La Tequila di Tesla costa 250 dollari ed è acquistabile sul sito ufficiale della compagnia. Si presenta in una bottiglia a forma di fulmine ed è prodotta da Nosotros Tequila, un marchio di alcolici molto noto nel sud della California.

Un’iniziativa azzardata? Un’accoglienza tiepida? Neanche per idea visto che le intere riserve del prodotto sono esaurite in meno di 24 ore, malgrado gli ordini fossero limitati ad un massimo di due bottiglie per utente e fossero disponibili solo ai clienti di alcuni stati USA.

Tesla ha appena lanciato la sua tequila

Il progetto di un liquore Tesla era in divenire da anni. Musk aveva già scherzato in passato sulla possibilità che il prodotto si sarebbe chiamato «Teslaquila».

Nel 2018, la compagnia aveva stuzzicato i fan su Twitter con una foto di un presunto prototipo. Ma non è certo la prima volta - e di sicuro non sarà l’ultima - che Tesla diversifica i suoi prodotti e la sua offerta ai consumatori.

A inizio anno la compagnia ha lanciato sul mercato dei cortissimi pantaloncini da ginnastica rossi, venduti tramite i sito web, mettendo in scena una riuscita replica ironica a tutti quegli investitori che erano appunto andati “short” su Tesla, come si usa dire nel linguaggio finance; vale a dire che avevano scommesso su un calo delle azioni.

Va detto anche che Musk ha fatto notizia questa settimana rivelando quanto Tesla si sia trovata vicina al fallimento nel 2017. In risposta a una domanda postagli da un utente su Twitter, ha spiegato che Tesla era “a un mese di distanza dal collasso” mentre lavorava per aumentare la produzione della sua Model 3.

La produzione di quel veicolo è stata notoriamente travagliata, con Musk che ha definito il processo “un inferno della logistica” .

Eppure quest’anno le azioni Tesla sono aumentate di oltre il 420%, con la compagnia che ha registrato un profitto record per il terzo trimestre, rivelando al contempo l’intenzione di mantenere il suo obiettivo vendite a 500.000 auto per il 2020.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories