Tesla alla ricerca di un vice-Musk?

Tesla potrebbe essere alla ricerca di un dirigente in grado di affiancare Elon Musk, che ha dichiarato di soffrire un forte stress in un’intervista shock

Tesla alla ricerca di un vice-Musk?

Tesla è alla ricerca di un vice-Musk.
A suggerire la circostanza sono diverse componenti, prima tra tutte l’indiscrezione del New York Times, che ha tratto queste conclusioni dopo un lungo incontro proprio con Elon Musk.

Nell’intervista, il CEO dell’azienda produttrice di auto elettriche, commosso e visibilmente provato, ha confessato tutte le sue difficoltà e lo stress accumulato in questi anni, alla guida di una società perennemente sotto i riflettori di Wall Street.

Quasi in corrispondenza con l’ufficialità delle indagini in corso su di lui da parte della SEC - per via del tweet sulla privatizzazione in grado di dare una scossa al titolo - Musk ha etichettato l’anno appena passato come “massacrante”, e confessato apertamente di fare ricorso spesso a tranquillanti.

Tesla: un nuovo dirigente per sostenere Musk?

Tesla starebbe cercando un dirigente in grado di affiancare Musk, che attualmente ricopre le cariche di presidente e amministratore delegato.

Al momento l’unica replica riguardo la possibilità o meno della circostanza è arrivata dal CdA dell’azienda, che non ha commentato direttamente la cosa parlando di molte voci false e irresponsabili circolate sulla stampa, per chiarire poi che la dedizione di Musk resta piena.

Lo stesso numero uno del colosso delle auto elettriche ha però riferito apertamente al NYT di aver contattato diversi anni fa il direttore operativo di Facebook, Sheryl Sandberg, per offrirgli il posto, anche se ha aggiunto che non è in corso nessuna ricerca in questo momento.

Secondo il quotidiano statunitense sarebbero stati proprio alcuni membri del consiglio di Tesla a esprimere preoccupazioni per il carico di lavoro di Musk e per il suo uso continuativo di Ambien, un sedativo.

Alcuni avrebbero addirittura collegato l’uso del farmaco al suo tweet sul delisting.
Ma lo stesso Musk durante l’intervista ha rivelato i dettagli sulla genesi del cinguettio della scorsa settimana, escludendo l’uso di qualsiasi sostanza e ribadendo la sua buona fede.

Il CEO ha anche fatto dei riferimenti non proprio incoraggianti al futuro, affermando che anche se da un punto di vista operativo per Tesla il peggio è passato, per quel che riguarda le sue condizioni “il peggio deve ancora venire”.

Il vivace leader della società automobilistica, spesso al centro della scena per le sue sfide aperte agli analisti e le dichiarazioni contraddittorie, si è mostrato in una veste del tutto inedita, spiegando che negli ultimi anni non ha praticamente mai preso una pausa dal lavoro, per cui ha rischiato persino di saltare il matrimonio del fratello e che lo sta fiaccando dal punto di vista fisico.

Che sia davvero arrivato il momento di un vice-Musk?

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Elon Musk

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.