Tax credit librerie 2022: dal 15 settembre il via alle domande

Caterina Gastaldi

13 Settembre 2022 - 16:38

condividi

A partire dal 15 settembre è possibile inviare le domande per accedere al tax credit librerie, fino a 20.000 euro.

Tax credit librerie 2022: dal 15 settembre il via alle domande

Attraverso il messaggio pubblicato sul portale del ministero della Cultura, per la Direzione generale Biblioteche e Diritto d’Autore, è stata annunciata l’apertura dello sportello per la richiesta del tax credit per le attività commerciali nel settore della vendita al dettaglio di libri, nuovi o usati, in esercizi specializzati. A partire dalle ore 12 del 15 settembre sarà possibile inviare la domanda, con tutta la documentazione richiesta, per coloro che rientrano nelle categorie previste, per poter usufruire del credito d’imposta.

Il credito d’imposta sarà utilizzabile in modalità di compensazione, attraverso la compilazione del modello F24, e verrà calcolato in base alle spese sostenute dalle attività richiedenti nel corso dell’anno 2021. Di seguito tutte le informazioni e gli step da seguire per poter inviare la richiesta.

Chi può richiederlo

A poter presentare domanda sono le realtà che si occupano della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati. Introdotto nella legge di Bilancio 2018, per il 2022 prevede un massimo di 10.000 euro di credito d’imposta per le librerie facenti parte di gruppi commerciali, che possono diventare 20.000 per quelle realtà gestite dagli esercenti stessi, e quindi non parte di gruppi.

A poter inviare la domanda sono quelle realtà che rispettano i seguenti requisiti:

  • abbiano sede legale in Italia o nello spazio Economico Europeo;
  • risultino dal registro delle imprese in possesso del codice principale di attività Ateco 47.61 o 47.79.1;
  • siano soggetti alla tassazione italiana come effetto della loro residenza fiscale, oppure per la presenza di una stabile organizzazione in Italia, a cui sia riconducibile l’attività commerciale cui sono correlati i benefici richiesti;
  • l’attività in questione abbia sviluppato nel corso dell’esercizio finanziario precedente dei ricavi attraverso la vendita di libri, anche usati, pari ad almeno il 70% di quanto complessivamente ricavato.

Come viene calcolato

Il calcolo viene fatto tenendo conto di una serie di spese che la realtà richiedente ha sostenuto nel corso del 2021, rispettando limiti precisi, per arrivare a un massimo di 10.000 euro di tax credit per le librerie facenti parti di gruppi, o 20.000 euro per quelle indipendenti.

Il calcolo tiene conto di:

  • Imu, massimo 3.000 euro;
  • Tasi, massimo 500 euro;
  • Tari, massimo 1.500 euro;
  • imposta sulla pubblicità, massimo 1.500 euro;
  • tassa per l’occupazione del suolo pubblico, massimo 1.000 euro;
  • spese per mutuo, massimo 3.000 euro;
  • i contributi preventivi e assistenziali per i dipendenti, massimo 8.000 euro;
  • spese per la locazione, massimo 8.000 euro al netto dell’Iva.

Scadenze da rispettare

L’invio delle domande è possibile a partire dal 15 settembre 2022 alle ore 12.00 fino alle ore 12.00 del 28 ottobre 2022. Le domande potranno essere mandate esclusivamente online, attraverso l’apposito portale.

Anche coloro che hanno già inviato la richiesta gli anni precedenti dovranno creare un nuovo account e utilizzare il portale in questione, non potendo utilizzare i dati degli anni passati. Non si tratta di un click day, non verrà infatti tenuto conto della data di arrivo delle domande. Questo significa che la richiesta per il tax credit arrivata prima non avrà alcuna priorità rispetto a quelle giunte dopo.

Come inviare la domanda

L’invio della richiesta deve avvenire esclusivamente utilizzando l’apposito portale e seguendo le istruzioni condivise dal ministero.

Guida compilazione Tax Credit librerie 2022
Clicca qui per scaricare il file

Da quest’anno sarà anche necessario inserire all’interno della richiesta la dimensione dell’azienda, scegliendo un’opzione tra: micro, piccola, media, oppure grande.

Sarà necessario seguire i due step presentanti sul portale:

  1. richiedere la generazione del file in pdf per ottenere il permesso per poter accedere all’area riservata, inserendo i dati. Il file dovrà essere scaricato e firmato digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa esercente;
  2. caricare il file debitamente compilato, e procedere con la creazione dell’username, password, e invio della domanda per il tax credit.

In caso di dubbi o problemi, qualsiasi richiesta di informazioni relative alla procedura potrà essere inviata all’indirizzo email taxcreditlibrerie@cultura.gov.it.

Come utilizzare il credito d’imposta

Una volta chiusa la finestra per l’invio della domanda, il ministero procederà con l’analisi delle varie richieste e l’approvazione delle stesse. Saranno poi caricati gli elenchi con gli interessati e i corrispettivi attribuiti.

A partire dal 10 del mese successivo alla pubblicazione dell’elenco dei beneficiari, il credito d’imposta riconosciuto sarà disponibile all’utilizzo, esclusivamente in modalità di compensazione, tramite la compilazione del modello F24 e la sua presentazione attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate.

A poter beneficiare di questo bonus sono in particolare le librerie indipendenti, poiché potranno accedere a un massimo di 20.000 euro di tax credit calcolato sulle spese sostenute nel corso dell’anno precedente. Non è comunque ancora stata condivisa una possibile data massima entro cui saranno pubblicati gli elenchi dei beneficiari.

Iscriviti a Money.it