Super ammortamento 140 sugli impianti eolici e fotovoltaici: istruzioni AdE

Super ammortamento al 140 per cento sugli impianti eolici e fotovoltaici: nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate la guida a quando può essere richiesto.

Super ammortamento 140 sugli impianti eolici e fotovoltaici: istruzioni AdE

Super ammortamento 140 per cento sugli impianti eolici e fotovoltaici: a chiarire una normativa confusa e fonte di diverse controversie è stata l’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 4/E/2017.

Nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate, a seguito delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 sul Super ammortamento e sugli immobili imbullonati, viene chiarito che l’agevolazione può essere richiesta soltanto sulle componenti impiantistiche ed è pertanto esclusa la possibilità di usufruirne per le componenti immobiliari.

Il super ammortamento prevede la possibilità di portare in deduzione dal reddito d’impresa l’ammortamento maggiorato del 40 per cento degli investimenti in beni strumentali; restano esclusi i beni con coefficiente di ammortamento stabilito dal decreto 31 dicembre 1998 del MEF inferiore al 6,5 per cento, i fabbricati e le costruzioni.

Le regole sul super ammortamento 140 per cento per impianti eolici e fotovoltaici sono state più volte modificate e ancora attualmente si tratta di una disciplina piuttosto complessa. Di seguito le ultime istruzioni dell’Agenzia delle Entrate contenute nella circolare n. 4/E/2017.

Super ammortamento 140 sugli impianti eolici e fotovoltaici: istruzioni AdE

Fino al 2013 i titolari di reddito d’impresa hanno potuto beneficiare dell’ammortamento del costo dell’impianto fotovoltaico con aliquota al 9 per cento, considerato bene mobile con aliquota rafforzata.

Questo fino alla pubblicazione della circolare n. 36/E del 2013, nella quale per gli impianti fotovoltaici è stata introdotta la qualificazione sulla base dell’accatastamento; molti impianti sono stati di conseguenza qualificati come immobiliari, con aliquota al 4 per cento.

La circolare del 2013 con le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate stabiliva che impianti eolici e fotovoltaici dovessero essere necessariamente considerati come beni unitari e non differenziati sulla base dei componenti. L’ammortamento veniva così strutturato sulla base delle diverse finalità e caratteristiche dell’impianto eolico e fotovoltaico:

  • beni mobili equiparati alle centrali termoelettriche con coefficiente di ammortamento al 9 per cento;
  • beni immobili per i fabbricati destinati all’industria con coefficiente di ammortamento al 4 per cento.

A modificare il quadro di una situazione già di per sé complessa ci ha pensato la Legge di Stabilità 2016, introducendo le disposizioni sugli immobili imbullonati e introducendo il Super ammortamento al 140 per cento.

Super ammortamento 140 sugli impianti eolici e fotovoltaici: gli immobili imbullonati

Con la Legge di Stabilità 2016 è stata introdotta la norma sugli immobili imbullonati, con la quale si prevede che:

“a decorrere dal 1º gennaio 2016, la determinazione della rendita catastale degli immobili a destinazione speciale e particolare, censibili nelle categorie catastali dei gruppi D ed E, è effettuata, tramite stima diretta, tenendo conto del suolo e delle costruzioni, nonché degli elementi ad essi strutturalmente connessi che ne accrescono la qualità e l’utilità, nei limiti dell’ordinario apprezzamento. Sono esclusi dalla stessa stima diretta macchinari, congegni, attrezzature ed altri impianti, funzionali allo specifico processo produttivo”

Le novità vengono accompagnate da due circolari dell’Agenzia delle Entrate con le istruzioni per l’applicazione del super ammortamento al 140 per cento su impianti elettrici e fotovoltaici:

  • la circolare n. 2/E/2016 stabilisce che restano fuori dalla stima catastale i pannelli fotovoltaici, rotori e navicelle, fatta esclusione degli impianti integrati alla struttura;
  • la circolare n. 27/E/2016 stabilisce che costituiscono componente immobiliare degli impianti fotovoltaici accatastati il suolo, i locali tecnici e le diverse sistemazioni poste all’interno dell’unità immobiliare. Concorrono alla stima catastale della centrale eolica le torri di sostegno in quanto presentano caratteri di solidità, immobilizzazione al suolo e stabilità.

A fronte delle numerose novità con la circolare 4/E del 2017 l’Agenzia delle Entrate ha diffuso ulteriori istruzioni su quanto si applica il super ammortamento per impianti eolici e fotovoltaici.

Super ammortamento 140 sugli impianti eolici e fotovoltaici: la circolare 4/E/2017

Il super ammortamento al 140 per cento consente di portare in deduzione gli investimenti industriali, ad esclusione di:

  • beni materiali strumentali per i quali il decreto del Ministro delle finanze 31 dicembre 1988 stabilisce coefficienti di ammortamento inferiori al 6,5%;
  • fabbricati e costruzioni.

Prendendo in esame le diverse novità introdotte a partire dal 2013 e fino alle disposizioni contenute nella Legge di Stabilità 2017 sugli immobili imbullonati, l’Agenzia delle Entrate specifica che:

  • ai costi relativi alla componente immobiliare delle centrali fotovoltaiche ed eoliche risulterà applicabile l’aliquota di ammortamento fiscale del 4 per cento prevista dalla circolare n. 36/E per i beni immobili;
  • ai costi relativi alla componente impiantistica delle centrali fotovoltaiche ed eoliche risulterà applicabile l’aliquota di ammortamento fiscale del 9 per cento prevista dalla circolare n. 36/E per i beni mobili.

Essendo il super ammortamento fruibile soltanto per gli investimenti in fabbricati, costruzioni e beni materiali strumentali con coefficiente di ammortamento pari o superiore a 6,5%, i contribuenti avranno accesso all’agevolazione soltanto per le componenti impiantistiche delle centrali fotovoltaiche ed eoliche che non rientrano nelle ipotesi di esclusione previste dall’articolo 1, comma 93, della Legge di Stabilità 2016.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Super ammortamento

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.