Studiare medicina in Albania conviene davvero?

Simone Micocci

20/06/2022

20/06/2022 - 17:56

condividi

L’Università albanese Nostra Signora del Buon Consiglio di Tirana è l’ateneo più gettonato dagli italiani che decidono di studiare medicina all’estero.

Studiare medicina in Albania conviene davvero?

Manca poco alla fine degli esami di maturità 2022 e, per chi desidera proseguire gli studi, l’estate sui libri è solo agli inizi, soprattutto se vogliono essere ammessi alla facoltà di Medicina.

Tra il 6 settembre e il 15 settembre gli atenei italiani ospiteranno i candidati alle professioni sanitarie per svolgere il test d’ingresso 2022, l’ultimo, secondo la ministra dell’Università Maria Cristina Messa, a svolgersi in maniera tradizionale, con 60 domande a risposta multipla da risolvere in 100 minuti.
Dal 2023, infatti, il test d’ingresso per la facoltà di Medicina sarà sostituito dal Tolc (Test OnLine Cisia), ovvero:

«un percorso che può iniziare anche al quarto anno di liceo, dove gli studenti potranno cimentarsi con il test fino a quattro volte ed entrare in graduatoria con il risultato migliore».

Ma in attesa del Tolc, gli aspiranti medici del 2022 dovranno comunque cimentarsi col test d’ingresso. Chi lo supererà verrà ammesso all’Ateneo indicato come prima preferenza, mentre gli altri dovranno attendere i successivi scorrimenti o ripiegare sulle preferenze successive.

Chi ha ottenuto un punteggio molto basso, invece, deve rassegnarsi: anche i successivi scorrimenti, infatti, non permetteranno di essere ammessi in uno dei tanti atenei di Medicina.

A questo punto, gli aspiranti medici dovranno pensare a un piano B: per chi vuole restare in Italia ma non vuole perdere un anno c’è l’opzione del ricorso all’articolo 6, ossia la possibilità di iscriversi in un’altra facoltà e sostenere degli esami che poi saranno riconosciuti in caso di eventuale passaggio a Medicina nei prossimi anni.

Ma una delle soluzioni alternative che negli ultimi anni è sempre più gettonata da chi vuole studiare Medicina ma non ha superato il test di ingresso è un’altra: andare in Albania e iscriversi all’Università privata “Nostra Signora del Buon Consiglio” che si trova a Tirana.

Qui il costo della retta è molto alto, ma il test d’ingresso è più semplice rispetto all’Italia.

Se anche voi, dopo essere stati scartati per l’ennesima volta, avete intenzione di studiare Medicina in Albania qui trovate le informazioni su come fare: dai costi alle procedure, ecco tutto quello che c’è da sapere.

Università di Tirana per aspiranti medici

I vantaggi dell’Università “Nostra Signora del Buon Consiglio” sono diversi: per entrare nella facoltà di Medicina basta sostenere una semplice prova scritta in lingua italiana su chimica, biologia, fisica e matematica, che vale 60 punti. Niente domande di logica o cultura generale, le più temute dagli studenti italiani.

Inoltre, viene valutato anche il voto della maturità, quindi il curriculum scolastico del candidato, che può valere fino a 30 punti.

Un altro vantaggio dell’Università di Medicina “Nostra Signora del Buon Consiglio” è quello per cui le lezioni sono tutte in lingua italiana. Questa Università, infatti, è nata da una convenzione di tre atenei italiani, quali l’Università di Roma Tor Vergata, l’Università di Bari e la Statale di Milano; per questo motivo i programmi, i libri di testo e i docenti sono tutti italiani. Per chi studia Medicina in Albania, quindi, non c’è il problema della lingua.

Inoltre, grazie alla convenzione gli studenti potranno tornare in Italia dopo un solo anno di studi all’estero, proseguendo gli studi nell’Università di Tor Vergata.

Chi decide di laurearsi in Albania, comunque, potrà tornare in Italia in seguito: la laurea conseguita, infatti, permette di lavorare come medico in Italia senza dover procedere con la conversione del titolo o sostenere degli esami aggiuntivi.

Quanto costa studiare Medicina in Albania?

Studiare Medicina in Albania ha molti vantaggi, ma allo stesso tempo è una soluzione piuttosto onerosa. La retta per l’Università Nostra Signora del Buon Consiglio, almeno per quanto riguarda la facoltà di Medicina, infatti, va dagli 8.000 ai 10.000 euro annui, ai quali bisogna aggiungere le spese per il vitto e l’alloggio.

Certo, Tirana è molto meno cara rispetto a città italiane come Roma o Milano, ma complessivamente si tratta di una bella spesa.

Come studiare Medicina in Albania?

Come prima cosa è necessario iscriversi al test d’ingresso dal sito ufficiale dell’ateneo.

Chi verrà ammesso prima di iscriversi dovrà chiedere il riconoscimento del diploma di maturità conseguito in Italia. Per l’equipollenza del titolo bisognerà rivolgersi al ministero dell’Istruzione e dello Sport albanese, presentando le fotocopie di documento e diploma, più quelle di tutte le pagelle della scuola secondaria di II grado.

A questo punto non ci sono più impedimenti: il vostro percorso di studi in Medicina può finalmente avere inizio. Dopo il primo anno per voi si apriranno le porte dell’Italia, precisamente dell’Università di Tor Vergata, dove potrete completare il percorso di studi.

In molti decidono di fare così, anche perché in Italia c’è ancora un pregiudizio nei confronti di chi si laurea in Albania, mentre altri decidono di restare.

Restare lì una volta laureati, invece, non sembra essere l’opzione migliore dal momento che lo stipendio di un medico in Albania - seppur rapportato al costo della vita - è molto basso.

Iscriviti a Money.it