Stagione degli utili al via con le banche Usa: trimestrale di JPMorgan Chase

Violetta Silvestri

14/07/2022

La big bank Usa JPMorgan Chase inaugura la stagione degli utili, mai così attesa dagli investitori in questo complesso momento della finanza globale. Tutti i numeri del colosso americano.

Stagione degli utili al via con le banche Usa: trimestrale di JPMorgan Chase

JPMorgan, la più grande banca statunitense per asset, è osservata da vicino per avere indizi su come si è comportato il settore bancario durante un trimestre caratterizzato da tendenze contrastanti.

I dati del secondo trimestre della big bank hanno mostrato che l’utile è crollato poiché la banca ha accumulato riserve per prestiti inesigibili di $428 milioni.

Le azioni JPMorgan perdono oltre il 3% nel pre-market. Di seguito i numeri della trimestrale.

Trimestrale JPMorgan in focus: dove va il settore bancario Usa?

I dati trimestrali di JPMorgan, che rompono il ghiaccio della stagione degli utili, sono osservati speciali anche per capire come sta reagendo il settore bancario a questo periodo così turbolento.

Gli analisti hanno iniziato a ridurre drasticamente le stime degli utili per il settore a causa della preoccupazione per un’imminente recessione e la maggior parte dei titoli delle grandi banche è scesa ai minimi di 52 settimane nelle ultime settimane.

Le entrate derivanti dalle attività sui mercati dei capitali e dai mutui sono diminuite drasticamente e le aziende potrebbero rivelare nuove svalutazioni in mezzo all’ampio calo delle attività finanziarie.

È importante sottolineare che un fattore chiave di cui il settore ha goduto un anno fa - il rilascio delle riserve in quanto i prestiti hanno ottenuto risultati migliori del previsto - potrebbe invertire, poiché le banche sono costrette a mettere da parte denaro per potenziali inadempienze con un rallentamento economico in vista.

Nel dettaglio di JPMorgan, l’utile è diminuito del 28% da un anno prima a $8,65 miliardi, o $2,76 per azione, guidato in gran parte dalla costituzione delle riserve. Un anno fa, la banca ha beneficiato di un rilascio di riserva di 3 miliardi di dollari.

I ricavi sono aumentati dell′1% a 31,63 miliardi di dollari, aiutati dal vento in poppa dei tassi di interesse più elevati, ma ancora al di sotto delle aspettative degli analisti.

Ad aprile, JPMorgan è stata la prima tra le banche a iniziare a mettere da parte fondi per le perdite sui prestiti, registrando un addebito di $902 milioni per la creazione di riserve di credito nel trimestre. Ciò era in linea con le prospettive più caute del CEO Jamie Dimon, che il mese scorso ha avvertito gli investitori che un “uragano” economico era in arrivo.

Commentando i dati odierni, l’amministratore delegato di JPMorgan ha avvertito che la tensione geopolitica, l’inflazione elevata, il calo della fiducia dei consumatori, l’inasprimento quantitativo mai visto e la guerra in Ucraina “hanno molto probabilmente conseguenze negative sull’economia globale in futuro.”

La società ha temporaneamente sospeso il programma buyback.

Si prevede che le quattro maggiori banche statunitensi registreranno $3,5 miliardi di accantonamenti per perdite, preparandosi a un forte rallentamento economico poiché la Federal Reserve statunitense fa aumenti aggressivi degli interessi per controllare l’inflazione in fuga.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo