Olimpiadi 2026: per l’Italia un ritorno economico miliardario

Olimpiadi 2026, il ministro dell’Interno Matteo Salvini appoggia la duplice candidatura di Milano-Cortina

Olimpiadi 2026: per l'Italia un ritorno economico miliardario

Anche il vicepremier Matteo Salvini lancia la candidatura di Milano e Cortina per le Olimpiadi del 2026. Al termine del Comitato provinciale per l’ordine la sicurezza pubblica convocato a Bergamo, il ministro dell’Interno ha dichiarato che i Giochi sarebbero un’occasione speciale per tutta l’Italia.

Anche perché, come sottolinea il leader della Lega, non è necessario fare un’analisi costo-benefici per capire che le Olimpiadi garantirebbero all’Italia un ritorno economico di almeno 1 miliardo di euro. Proprio per questo, il governo si impegnerà a stanziare i fondi necessari alle Olimpiadi.

Tra l’altro, venerdì 8 marzo il premier Conte e il ministro dell’Economia Tria hanno firmato il decreto che garantisce 78 milioni di euro per la candidatura di Torino a ospitare le Atp Finals 2021 di Tennis.

Soddisfatto il presidente del Veneto Luca Zaia

Le dichiarazioni rilasciate dal ministro Salvini non sono passate inosservate al presidente del Veneto Luca Zaia, il quale ha ammesso che sia l’Atp di Tennis, sia le Olimpiadi sarebbero un’occasione non solo per il Piemonte, il Veneto e la Lombardia ma per tutta l’Italia.

Un’occasione non solo in termini di visibilità, ma anche e soprattutto in termini economici: viste le iniziative di promozione, gli investimenti e l’impatto sul territorio.

Inoltre, l’impegno italiano per le competizioni sportive è stato anche confermato i primi di marzo quando l’Anas, per i mondiali di sci alpino del 2021 in programma a Cortina, ha presentato il piano straordinario di interventi per il potenziamento della viabilità statale in provincia di Belluno.

Olimpiadi e Atp di Tennis: le città da battere

La concorrenza da battere per le Olimpiadi invernali del 2026 è tanta ed ostica. La duplice candidatura di Milano-Cortina-dovrà vedersela con Stoccolma (Svezia), Calgary (Canada), Sapporo (Giappone) ed Erzurum (Turchia).

Due contendenti si sono già defilate: Sion (Svizzera) dopo la contrarietà espressa dai cittadini con un referendum, e Graz (Austria), dove a inizio luglio il locale comitato organizzatore ha fatto un passo indietro prima ancora che a settembre si svolgesse anche lì una consultazione popolare.

La decisione del CIO (Comitato Olimpico Internazionale) dovrebbe arrivare il 10 settembre a Milano. Ovviamente, i comitati dei Paesi candidati dovranno sottoporre i loro dossier a una serie di step valutativi intermedi.

Per quanto riguarda gli Atp di Tennis del 2021 e per quelli successivi fino al 2025, Torino dovrà battere la concorrenza di altre quattro città: Londra, Manchester, Singapore e Tokyo. Una decisione non semplice, che il board dell’Atp potrebbe prendere questa settimana.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Olimpiadi Invernali 2026 Milano-Cortina

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \