Spending review: dalla Camera risparmi per 85 milioni da destinare alle zone terremotate

Nel bilancio di previsione 2018 della Camera è previsto un risparmio di 85 milioni: l’idea è di destinare questi soldi alla ricostruzione delle zone terremotate.

Spending review: dalla Camera risparmi per 85 milioni da destinare alle zone terremotate

Per una volta dal mondo della politica arriva un segnale di parsimonia. Nel suo bilancio di previsione 2018, la Camera dovrebbe approvare un taglio complessivo di 85 milioni alle sue spese grazie alla spending review.

Mentre da un lato si apprende come i soldi risparmiati dal taglio dei vitalizi dovrebbero rimanere congelati per tre anni, un modo questo per tutelarsi in caso di ricorsi, questi 85 milioni potrebbero essere destinati già da subito alla ricostruzione delle zone del Centro Italia colpite dal terremoto.

Dalla Camera 85 milioni per le zone terremotate

Anche se ancora manca il voto finale da parte della Camera sul bilancio di previsione, è stato già annunciato dai tre questori questori Gregorio Fontana (Fi), Edmondo Cirielli (FdI) e Federico D’Incà (M5S), che nel 2018 ci sarà un risparmio di 85 milioni.

Nel bilancio di previsione di Montecitorio relativo al triennio 2017-2019, erano state stimate infatti in circa 975 milioni le spese per la Camera relative al 2018. Tolta una piccola percentuale destinata al conto capitale, per il resto le voci di uscita si dividono tra quelle correnti e quelle previdenziali.

Quest’anno però confermando quel trend virtuoso che è iniziato nel 2011, quando alla Presidenza c’era Gianfranco Fini, la Camera è riuscita a sforbiciare il suo budget di 85 milioni, soldi questi che verranno restituiti al Tesoro.

Nel dettaglio la spending review ha colpito soprattutto le auto blu, ora rimaste una decina. Altri soldi poi sono stati risparmiati grazie al taglio degli affitti di Palazzo Marini, al blocco degli automatismi di adeguamento delle indennità e al controllo dei costi del personale.

Un risparmio questo che va in controtendenza rispetto all’aumento generale della spesa per la Pubblica Amministrazione, tanto che il questore Gregorio Fontana ha chiosato su come “sarebbe una bella idea che i dirigenti dei ministeri facessero da noi una ’visita guidata per imparare come si fa a risparmiare”.

Resta da capire però come saranno utilizzati questi 85 milioni da parte del MEF. L’idea di fondo da parte dei questori è quella di destinare la somma alla ricostruzione post terremoto, anche se alla fine l’ultima parola spetterà al governo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Camera dei deputati

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.