Siete favorevoli all’invio di truppe in Ucraina? Il sondaggio

Alessandro Cipolla

04/03/2024

Il sondaggio di Money.it: siete favorevoli o contrari all’ipotesi di inviare soldati italiani per aiutare l’Ucraina nella guerra contro la Russia?

Siete favorevoli all’invio di truppe in Ucraina? Il sondaggio

Siete favorevoli all’invio di truppe in Ucraina? Questo è stato il sondaggio che Money.it ha voluto proporre ai suoi lettori dopo che, prima il presidente francese Emmanuel Macron e poi il capo del Pentagono Lloyd Austin, hanno ipotizzato una guerra diretta della Nato contro la Russia il tutto per impedire a Mosca di arrivare fino a Kiev e poi, magari, non fermarsi attaccando il resto dell’Europa.

SONDAGGIO CHIUSO QUI I RISULTATI

La guerra in Ucraina è in corso da oltre due anni e al momento la Russia, dopo aver resistito questa estate alla controffensiva da parte delle truppe di Kiev, ha ripreso ad attaccare avanzando nel Donbass tanto da conquistare la città di Avdiivka: al momento Mosca controlla circa il 20% del territorio ucraino, Crimea compresa.

L’Ucraina è in difficoltà perché non ha più soldi, armi e soprattutto è a corto di soldati. L’Ue di recente ha sbloccato un pacchetto di aiuti mentre negli Stati Uniti le cose sono più complicate viste le resistenze dei Repubblicani che controllano la Camera: di conseguenza al momento l’esercito ucraino può solo cercare di respingere gli assalti russi e mantenere l’attuale linea del fronte.

Il sentore è che senza una svolta presto la Russia potrebbe sfondare definitivamente le linee nemiche e arrivare fino a Kiev; uno scenario questo che sarebbe da incubo per l’Occidente, che andrebbe a perdere una guerra nonostante i proclami fatti in questi due anni dove sempre è stata ribadita la volontà di non trattare a prescindere con Vladimir Putin.

Ecco che allora Macron e Austin hanno ipotizzato di un possibile conflitto diretto tra la Nato e la Russia, una guerra potenzialmente anche nucleare nel cuore dell’Europa.

Lo scopo di questo sondaggio, che ricordiamo non ha un valore scientifico ma soltanto indicativo non essendo realizzato a campione, è stato quello di capire se i lettori sono favorevoli o meno a un possibile invio di truppe in Ucraina da parte dell’Italia.

Invio di truppe in Ucraina: il sondaggio

Il sondaggio di Money.it è arrivato nel momento in cui, sia in Europa sia negli Stati Uniti, si sta discutendo di un possibile invio di truppe in Ucraina il tutto perché, come spiegato da Macron, la Russia “non può vincere la guerra”.

Da quando è scoppiata la guerra, la Nato pian piano ha oltrepassato diverse linee rosse, dall’invio di missili in Ucraina fino alla fornitura di jet. Quello dei soldati però è un tabù ancora in essere visto che significherebbe dare vita a un conflitto diretto con la Russia.

C’è da dire che dopo l’uscita di Emmanuel Macron, l’Italia subito ha escluso la possibilità di inviare proprie truppe in Ucraina pur ribadendo il sostegno incondizionato a Kiev di fronte all’aggressione russa. Ci sono però degli obblighi militari ben precisi derivanti dall’appartenenza atlantica e comunitaria.

In Occidente però sembrerebbe serpeggiare una retorica bellicistica basata sul fatto che la Russia, una volta conquistata l’Ucraina, non si fermerebbe ma attaccherebbe anche il resto dell’Europa.

C’è da dire che la Russia finora ha minacciato la Nato solo nel caso in cui dovesse essere attaccata per prima, senza contare che dal punto di vista militare sarebbe un suicidio: se le truppe russe hanno impiegato due anni per conquistare meno di un quarto del territorio ucraino, contro l’Alleanza atlantica di certo andrebbe incontro a una sconfitta a meno di scatenare un’apocalittica guerra nucleare che metterebbe a rischio l’umanità intera.

Iscriviti a Money.it

Fa bene il Governo a vendere ulteriori quote di ENI?

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo