Esercito Italiano

L’Esercito Italiano, insieme alla Marina Militare, all’Aeronautica e all’Arma dei Carabinieri, fa parte delle Forze Armate italiane.

Di queste quattro, l’Esercito Italiano è la più antica; è nato infatti nel 1861 (Regio Esercito) ed assunse l’attuale denominazione con la nascita della Repubblica Italiana del 1946.

L’Esercito italiano dipende dal Capo di Stato Maggiore della Difesa che fa da tramite con il Ministero della Difesa.

Il personale dell’esercito italiano è impiegato per operazioni per la difesa della sicurezza nazionale nel nostro territorio, ma anche per le varie missioni a livello internazionale. Le funzioni di intelligence, invece, sono svolte dall’AISI/AISE.

Inoltre l’esercito italiano può essere chiamato anche per svolgere funzioni di soccorso per le popolazioni italiane colpite da calamità naturali come ad esempio terremoti.

Per entrare a far parte dell’Esercito Italiano bisogna superare una selezione concorsuale; clicca qui per tutte le indicazioni su come fare per diventare un militare dell’EI.

Esercito Italiano, ultimi articoli su Money.it

Forze Armate: futuro a rischio per molti volontari

Pubblicato il 11 novembre 2019 alle 12:43

Forze Armate, per i volontari in ferma prefissata la conferma è sempre più remota. La colpa è della Legge 244/2012 che ha ridotto gli organici di Esercito, Marina e Aeronautica.

|