Se avessi investito $10.000 in azioni Netflix nel 2002, quanti soldi avresti ora?

Pierandrea Ferrari

15 Aprile 2021 - 16:19

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il 23 maggio del 2002 il colosso dello streaming Netflix lanciava la sua Ipo sull’indice Nasdaq. Da allora, tutto è cambiato, anche la quotazione. Ed ecco l’interrogativo: quanti soldi avresti potuto guadagnare se sin dagli inizi avessi investito, ad esempio, 10.000 dollari (8.351 euro) sul titolo?

Se avessi investito $10.000 in azioni Netflix nel 2002, quanti soldi avresti ora?

Se avessi investito 10.000 dollari (8.351 euro) in azioni Netflix nel 2002, ovvero al momento del lancio dell’Ipo sull’indice Nasdaq, quanti soldi avresti ora?

Un interrogativo che sa di provocazione, ma che può offrirci una misura della strada percorsa dal titolo negli ultimi diciannove anni, e anche una visione più approfondita di quanto il mercato, da allora ad oggi, sia cambiato.

Quanto avresti guadagnato investendo in Netflix nel 2002?

Netflix, quando si affacciò a Wall Street, era in attività da cinque anni, e muoveva il suo business tra il noleggio di DVD e quello dei videogiochi. Insomma, una sorta di Blockbuster, ma più in piccolo. Era ancora, si può dire, il pleistocene per i player tech. Solo due anni dopo lo scoppio della bolla delle Dot-com. Ma quel 23 maggio del 2002 fu una prima, vera consacrazione per il futuro Re dello streaming on demand.

Le azioni NFLX, nella prima ventiquattrore di Borsa, volarono a 15 dollari (12,53 euro). E ripercorrendo le fila del tempo, e immaginando di avere a disposizione 10.000 dollari (8.351 euro) da investire nel titolo, ci saremmo potuti accaparrare quello stesso giorno 666 azioni. Ora, per avere una misura del guadagno, basterà moltiplicare questo numero per il valore corrente delle azioni? No.

No perchè, tra il 2004 e il 2015, Netflix ha frazionato due volte il suo flottante (stock split). Prima con un rapporto 2 a 1, e poi con un rapporto 7 a 1. Risultato, se avessimo mantenuto le 666 azioni acquistate il 23 maggio del 2002, ce ne ritroveremmo in mano, nel 2021, 9.324.

Ora, sì, è possibile effettuare i calcoli. E poi, sarà tempo di leccarsi le ferite. Perché le 9.324 azioni che avremmo potuto metterci in portafoglio investendo 10.000 dollari (8.351 euro) in azioni Netflix nel lontano 2002 varrebbero oggi, alla quotazione corrente, 5.034.960 dollari (4.205.086 euro).

Grandi guadagni dal 2010

Certo, sarebbe stato necessario mantenere l’interesse per il titolo nei primi sette, otto anni, quando le azioni non decollavano e Netflix continuava ad interrogarsi sul suo futuro. Futuro che è poi arrivato, e dal 2010 le azioni hanno iniziato a prendere quota. Tre i punti di svolta: prima il lancio dello streaming on demand, poi, nel 2016, l’estensione dello stesso servizio a 190 paesi e la leadership del settore, e infine il 2020, la pandemia e la stay-at-home-economy.

Quotazione Netflix dal 15/4/2011 al 15/4/2021

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.