Scuole chiuse per maltempo il 18 gennaio, la mappa dei comuni coinvolti

Giacomo Andreoli - Ilena D’Errico

17/01/2023

18/01/2023 - 21:49

condividi

Allerta arancione della Protezione civile per tutta la Campania fino alla mattina del 19 gennaio: ecco dove le scuole resteranno chiuse a causa del maltempo.

Scuole chiuse per maltempo il 18 gennaio, la mappa dei comuni coinvolti

Le condizioni meteorologiche, dopo la giornata di maltempo di oggi, continueranno ad essere negative in gran parte del territorio italiano, ma alcune regioni risultano decisamente più colpite delle altre. È il caso della Campania dove, a causa del maltempo, la Protezione civile ha prorogato l’allerta meteo arancione, sollecitando i sindaci alla massima prudenza.

Dove resteranno chiuse le scuole il 18 gennaio

L’allerta arancione è valida dalle ore 9 di oggi, martedì 17 gennaio alle ore 9 di mercoledì 19, motivo per cui molti sindaci hanno ritenuto opportuno chiudere le scuole per la giornata di domani. Nel dettaglio, domani, 18 gennaio, le scuole resteranno chiuse a:

  • Napoli
  • Benevento
  • Scafati
  • Angri
  • San Giuseppe Vesuviano
  • Brusciano
  • Pompei
  • Gragnano
  • Portici
  • Pozzuoli
  • Somma Vesuviana
  • Afragola
  • Crispano
  • Nocera Superiore
  • Poggiomarino
  • Cardito
  • Villaricca
  • Torre del Greco
  • Marano
  • Ercolano
  • San Giorgio a Cremano
  • Pellezzano
  • Ischia
  • Sapri
  • Torraca
  • Quarto
  • Boscoreale
  • Somma Vesuviana

Previsioni meteo Campania

L’arrivo del maltempo sul territorio campano ha iniziato a far sentire i suoi effetti già nella giornata di ieri, con forti piogge destinate a peggiorare. Secondo le previsioni domani ci saranno: precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio e temporale, di moderata o forte intensità. Probabili poi anche venti localmente molto forti, con raffiche da ovest-sudovest. Mare molto agitato con mareggiate lungo le coste esposte.

I rischi del maltempo

Tra le ripercussioni del maltempo c’è senza dubbio l’irregolarità del servizio delle compagnie di navigazione, peraltro già oggi i collegamenti con le isole sono stati fortemente ostacolati dalle piogge. Oltre agli inevitabili problemi di natura pratica e organizzativa, il maltempo metterà a dura prova tutto il territorio, con il significativo rischio che si presentino eventi dannosi, come:

  • Frane superficiali.
  • Colate rapide di fango o detriti.
  • Ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale.
  • Voragini provocate dai fenomeni di erosione.
  • Allagamenti dei locali interrati e al piano terreno.
  • Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua.

Per questi motivi la Protezione civile ha segnalato l’allerta arancione, sollecitando l’attivazione dei Centri operativi comunali e invitando all’applicazione delle norme contenute nel piano della Protezione civile per prevenire (o almeno attenuare) i probabili scenari di evento.

La comunicazione è stata prontamente accolta dal sindaco Clemente Mastella, che ha comunicato anche sul suo profilo Facebook la chiusura preventiva delle scuole per il comune di Benevento. A seguire, sono arrivate le ordinanze per Napoli e Caserta, presto seguite anche dagli altri comuni.

L’allerta arancione, in particolare, serve a segnalare una situazione moderata, nella quale sono attesi eventi di rischio con scenari idrologici e idrici, in grado di causare gravi danni per la sicurezza delle persone e delle cose. Dato l’improvviso aggravamento delle condizioni meteo, anche le altre regioni italiane non sono esonerate da un certo livello di pericolo.

Il Dipartimento della Protezione civile ha infatti condiviso nella giornata di ieri un bollettino di Criticità, il quale comprende diverse allerte meteo, come di consueto divise per la tipologia di rischio, in particolar modo per quanto riguarda il sud-Italia.

Allerta gialla per rischio idraulico in Calabria

  • Versante tirrenico settentrionale.
  • Versante tirrenico centro-settentrionale.
  • Versante tirrenico centro-meridionale.

Allerta gialla per rischio idraulico in Emilia Romagna

  • Montagna emiliana centrale.
  • Collina emiliana centrale.
  • Pianura modenese di Secchia e Panaro.
  • Pianura reggiana di Enza e Crostolo.
  • Pianura reggiana di Po.

Allerta gialla per rischio temporali

  • Abruzzo (Marsica, Bacino Alto del Sangro e Bacino dell’Aterno.
  • Basilicata (basi-D).
  • Calabria (versante tirreno settentrionale, centro- settentrionale e centro-meridionale).
  • Lazio (Aniene, Bacino del Liri e Appennino di Rieti).
  • Molise (Alto Volturno – Medio Sangro).
  • Umbria (Nera – Corno).

Allerta gialla per rischio idrogeologico

  • Abruzzo (Marsica, Bacino Alto del Sangro e Bacino dell’Aterno.
  • Basilicata (basi-D).
  • Calabria (versante tirreno settentrionale, centro- settentrionale e centro-meridionale).
  • Emilia Romagna (Montagna emiliana centrale e Collina emiliana centrale).
  • Lazio (Aniene, Bacino del Liri e Appennino di Rieti).
  • Molise (Alto Volturno – Medio Sangro).
  • Umbria (Nera – Corno e Chiascio - Topino).

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO